Bonus Teatri: online dal 14 ottobre le comunicazioni

Il bonus teatri consiste un credito d’imposta a favore delle imprese esercenti attività teatrali che nel 2020 hanno subito una riduzione del fatturato.

di , pubblicato il
Bonus Teatri

L’Agenzia delle entrate, con il provvedimento n. 262278 del 11 ottobre 2021, ha definito i criteri, le modalità di applicazione e ha approvato il modello di comunicazione, con le relative istruzioni, del cosiddetto bonus teatri. Vediamo meglio di cosa si tratta. 

Bonus Teatri, cos’è e a chi spetta

Il bonus teatri, sostanzialmente, è un credito d’imposta, previsto dal decreto Sostegni, a favore degli imprese esercenti attività teatrali e spettacoli dal vivo che nel 2020, a causa dell’emergenza sanitaria del coronavirus e delle relative politiche di contenimento adottate dal nostro paese, hanno subito una riduzione del fatturato di almeno il 20 per cento rispetto al 2019. Il credito d’imposta spetta nella misura del 90 per cento delle spese sostenute nell’anno 2020 per la realizzazione delle suddette attività.

Con il provvedimento del 11 ottobre 2021, l’Agenzia delle entrate definisce i criteri e le modalità di applicazione e di fruizione del bonus teatri e approva il modello di Comunicazione, con le relative istruzioni, da presentare all’Agenzia delle entrate per beneficiare del credito d’imposta.

Online dal 14 ottobre le comunicazioni

La comunicazione delle spese ammissibili potrà essere effettuata dal 14 ottobre 2021 al 15 novembre 2021, e dovrà essere effettuata utilizzando esclusivamente i canali telematici dell’Agenzia delle entrate, anche avvalendosi di un intermediario abilitato.

Una volta effettuata la comunicazione, l’Agenzia rilascerà una ricevuta che attesti la presa in carico, ovvero lo scarto, con l’indicazione delle relative motivazioni.

In un secondo momento, l’Agenzia determinerà la quota percentuale del credito effettivamente fruibile, in rapporto alle risorse disponibili. La suddetta percentuale sarà resa nota con successivo provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate, da emanare entro il 25 novembre 2021.

Ad ogni modo, il credito d’imposta è utilizzabile dai beneficiari esclusivamente in compensazione a partire dal giorno lavorativo successivo alla pubblicazione di quest’ultimo provvedimento.

Infine, si legge nel provvedimento già pensionato, le istruzioni per la compilazione del modello F24 saranno impartite con una successiva risoluzione dell’Agenzia delle entrate.

 

Bonus teatri, articoli correlati

Argomenti: ,