Bonus taxi nel dl agosto: chi può ottenere il rimborso delle corse per ridurre i contagi

Come ottenere fino al 50% di rimborso della corsa con il bonus taxi: chi può chiederlo e da quando

di , pubblicato il
Come ottenere fino al 50% di rimborso della corsa con il bonus taxi: chi può chiederlo e da quando

Messo un po’ in ombra da altre agevolazioni che hanno fatto più rumore, nel Dl agosto spunta anche il bonus taxi. La misura rappresenta una doppia possibilità:

  • da un lato aiuta gli operatori del settore, colpito dalla crisi;
  • dall’altro rende più accessibile il servizio a determinate categorie di soggetti che ne avrebbero più bisogno.

Andiamo con ordine cercando di approfondire come funziona il bonus taxi e a chi si rivolge, quanto vale e come richiederlo.

Corse per disabili e anziani: rimborso con il bonus taxi

Anziani e disabili sono tra i soggetti più a rischio nel caso di contagio Covid e, in questi casi, il taxi potrebbe essere una soluzione di spostamento più sicura dei mezzi pubblici. Il freno è rappresentato senza dubbio dal costo della corsa in taxi che in media supera un euro a km. L’articolo 200 del Decreto Rilancio ha stanziato 5 milioni per tutto il 2020 per introdurre rimborsi parziali delle corse in taxi. I fondi saranno messi a disposizione dei singoli Comuni i quali dovranno selezionare le famiglie beneficiarie del bonus taxi in riferimenti alle linee guida date dall’articolo 200 bis del Decreto Rilancio sopra richiamato. La precedenza spetta ai nuclei familiari in cui sono presenti disabili o soggetti disabili. Il rimborso copre il 50% del costo della corsa in taxi con un limite massimo di 20 euro per ogni spostamento. L’erogazione del bonus non andrà ad intaccare in nessun modo il reddito dei beneficiari. L’aiuto economico dovrebbe servire anche a ridurre il rischio di contagi tutelando le categorie più a rischio. Basteranno queste misure di distanziamento a scongiurare il rischio di una seconda ondata di contagi con ripetuta quarantena forzata?

Crisi del settore taxi: smartworking e coronavirus pesano sulle corse

Parallelamente, come effetto collaterale, la misura andrà anche senza dubbio a sostenere un settore non esente dalla crisi.

Lo smartworking in particolare ha ridotto notevolmente il numero delle corse in taxi. Settore che, peraltro, aveva già subito un arresto a seguito delle nuove modalità di spostamento con conducente privato.

 

Argomenti: ,