Bonus sud in proroga al 2021 con la manovra di bilancio

Nella prossima Legge di bilancio 2021, il legislatore spinge gli investimenti al sud con la proroga del credito d’imposta per investimenti nel Mezzogiorno

di , pubblicato il
Nella prossima Legge di bilancio 2021, il legislatore spinge gli investimenti al sud con la proroga del credito d’imposta per investimenti nel Mezzogiorno

Al fine di promuovere la coesione territoriale, colmare i gap di sviluppo regionale e dare sostegno all’occupazione, con la prossima manovra di bilancio per il 2021, c’è l’intenzione del legislatore di:

  • rendere strutturale l’esonero del 30% dei contributi previdenziali e assistenziali a carico dei datori di lavoro privati non agricoli con riferimento ai rapporti di lavoro dipendente per le aziende del Sud;
  • prorogare al 2021 il credito di imposta per gli investimenti nelle regioni del Meridione.

E’ quanto si apprende dal contenuto del Documento Programmatico di Bilancio 2021 pubblicato sul sito Ragioneria generale dello Stato.

Dall’introduzione alla proroga del “Bonus sud”

Ricordiamo che è stata la Legge di Stabilità 2016 ad introdurre, per gli anni dal 2016 al 2019, un credito di imposta a favore delle imprese che acquistano beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate nelle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo (c.d. bonus sud), nella misura massima:

  • del 20% per le piccole imprese
  • del 15% per le medie
  • del 10% per le grandi.

Con l’art. 18-quater del decreto legge n. 8 del 2017 è stato previsto che, nei Comuni delle Regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dagli eventi sismici succedutisi dal 24 agosto 2016, il credito in commento sia attribuito nella misura:

  • del 25% per le grandi imprese
  • del 35% per le medie imprese
  • del 45% per le piccole imprese.

Infine, la Legge di bilancio 2020, ha disposto le seguenti proroghe:

  1. dal 31 dicembre 2019 al 31 dicembre 2020 per il credito d’imposta investimenti nei comuni del sisma Centro-Italia
  2. dal 31 dicembre 2020 al 31 dicembre 2022 per il credito d’imposta investimenti nelle zone economiche speciali (ZES)
  3. dal 31 dicembre 2019 al 31 dicembre 2020 per il credito d’imposta investimenti nel Mezzogiorno.

Ora la Legge di Bilancio 2021, dovrebbe, stabilire la proroga al 31 dicembre 2021 per il punto 1) e 3)

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,