Bonus sud per l’auto assegnata al dipendente: chiarimenti sull’applicabilità

Sono agevolati gli investimenti in macchinari, impianti e attrezzature varie.

di , pubblicato il
Sono agevolati gli investimenti in macchinari, impianti e attrezzature varie.

La Legge di bilancio 2021 ha prorogato il credito d’imposta per gli investimenti al sud. Oltre alla proroga sono state introdotte novità circa l’ambito oggettivo dell’agevolazione? E’ possibile beneficiare del bonus sud anche per l’acquisto dell’auto aziendale assegnata al dipendente per l’utilizzo promiscuo?

Il bonus Sud

Il bonus investimenti al SUD premia l’acquisizione, anche in leasing, di beni strumentali destinati a strutture produttive del Mezzogiorno. L’agevolazione opera sulla base di quelle che sono i limiti e le regole previste dall’Unione Europea per queso genere di aiuti. Il riferimento è al Regolamento UE n°651/2014.

L’agevolazione opera in base a percentuali legate alla dimensione dell’impresa che effettua l’investimento e dal territorio a cui lo stesso è destinato.

Dunque, l’agevolazione spetta sui costi complessivi sostenuti e nella misura massima del:

  • 45% per le piccole imprese (costi ammissibili 3 mln),
  • 35%per le medie (10 mln) e
  • 25 % per le grandi (15 mln).

Tali percentuali piene si applicano per gli investimenti afferenti strutture produttive situate nelle regioni:Puglia, Calabria, Sicilia, Basilicata e Sardegna.

Al contrario, il credito opera nella misura del 30, 20 e 10% rispettivamente per le piccole, medie e grandi imprese situate nelle regioni di Abruzzo e Molise. Regioni per le quali l’agevolazione opera solo per alcuni comuni o parte di essi.

In tali ultime regioni, per le grandi imprese (Raccomandazione n° 2003/361/CE), è possibile accedere al credito d’imposta, solo a fronte di un “investimento iniziale a favore di una nuova attività economica nella zona interessata”.

Si i intende per tale (Agenza delle entrate, circolare n°34/E 2016):

a) un investimento in attività materiali e immateriali relativo alla creazione di un nuovo stabilimento o alla diversificazione delle attività di uno stabilimento, a condizione che le nuove attività non siano uguali o simili a quelle svolte precedentemente nello stabilimento;
b) l’acquisizione di attivi appartenenti a uno stabilimento che sia stato chiuso o che sarebbe stato chiuso senza tale acquisizione e sia acquistato da un investitore che non ha relazioni con il venditore, a condizione che le nuove attività che verranno svolte utilizzando gli attivi acquisiti non siano uguali o simili a quelle svolte nello stabilimento prima dell’acquisizione.

Nei Comuni delle Regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dagli eventi sismici succedutisi dal 24 agosto 2016 il Credito è attribuito nella misura del 25% per le grandi imprese, del 35% per le medie imprese e del 45% per le piccole imprese.

La proroga del bonus Sud per tutto il 2022

La Legge n°178/2020, Legge di bilancio 2021 ha prorogato il bonus sud fino al 31 dicembre 2022. Grazie alla Legge di bilancio 2021, sono agevolati anche gli investimenti effettuati nel 2021 e nel 2022. Difatti, non si può parlare di misura permanente, considerato che di anno in anno vengono adottate proroghe ad hoc.

Rimangono invariate le condizioni e i limiti di accesso sopra evidenziati.

Il bonus sud: niente credito d’imposta per l’auto assegnata al dipendente

Fatta tale necessaria ricostruzione rispondiamo al quesito del nostro lettore.
ll bonus spetta per gli acquisti, facenti parte di un progetto di investimento iniziale, anche mediante leasing, di: macchinari, impianti e attrezzature varie destinati a strutture produttive nuove o già esistenti.

Beni che sono classificati nello stato patrimoniale nella voce B.II.2 e B.II.3.

Come da OIC 16 rientrano nella voce B.II.2:

  • impianti generici: sono gli impianti non legati alla tipica attività della società (ad esempio: servizi riscaldamento e condizionamento, impianti di allarme);
  • impianti specifici: sono gli impianti legati alle tipiche attività produttive dell’azienda;
  • altri impianti (ad esempio: forni e loro pertinenze);
  • macchinario automatico e macchinario non automatico: si tratta di apparati in grado di svolgere da sé (automatico) ovvero con ausilio di persone (semiautomatico) determinate operazioni.

Sono classificabile alla voce B.II.3:

  • le attrezzature: strumenti (con uso manuale) necessari per il funzionamento o lo svolgimento di una particolare attività o di un bene più complesso (ad esempio: attrezzi di laboratorio, equipaggiamenti e ricambi, attrezzatura commerciale e di mensa);
  • attrezzatura varia, legata al processo produttivo o commerciale dell’impresa, completante la capacità funzionale di impianti e macchinario, distinguendosi anche per un più rapido ciclo d’usura; comprende convenzionalmente gli utensili.

Sugli autoveicoli, gli stessi sono inseriti (art.2424 del codice civile) tra le immobilizzazioni materiali (B.II) alla voce 4) denominata “altri beni”( autovetture, autocarri, altri automezzi, motoveicoli e simili, mezzi di trasporto interni).

Tali beni non rientrano tra quelli ammessi al bonus sud.

In sintesi, il bonus sud non spetta per l’acquisto dell’auto da destinare al dipendente per l’utilizzo promiscuo.

Argomenti: ,