Bonus strumenti da 1000 euro, arrivano le istruzioni: ecco come ottenerlo

Tutto quello che c'è da sapere sul bonus strumenti musicali: meglio affrettarsi a fare domanda perchè i fondi disponibili sono limitati

di , pubblicato il
Tutto quello che c'è da sapere sul bonus strumenti musicali: meglio affrettarsi a fare domanda perchè i fondi disponibili sono limitati

Finalmente arrivano le istruzioni ufficiali per richiedere il bonus strumenti e ottenere fino a 1000 euro. L’Agenzia delle Entrate ha infatti reso operative le norme della Legge di Stabilità che prevedevano l’istituzione del bonus (previsto dalla manovra finanziaria 2016, più precisamente dal comma 984 dell’articolo 1 della legge n.

208 del 28 dicembre 2015): attenzione però perché le agevolazioni sono operative fino ad esaurimento fondi. Meglio affrettarsi quindi. Ecco tutto quello che c’è da sapere per fare domanda: requisiti e modalità.

A chi spetta il bonus strumentale fino a 1000 euro

Bonus musicale: importo e strumenti

Grazie al bonus strumenti gli studenti del conservatorio possono contare su un aiuto considerevole per seguire una passione che ha indubbiamente dei costi.

Lo sconto sull’acquisto di beni strumentali (trombe, violini e violoncelli ma anche arpe e pianoforti) può arrivare fino a mille euro (ma ovviamente è proporzionale al prezzo dello strumento e inferiore a questo) e viene praticato direttamente dal rivenditore (il quale poi lo recupererà mediante credito di imposta). Gli strumenti non possono essere scelti in maniera casuale ma dovranno essere coerenti con il corso di studi scelto.

Va ricordato inoltre che il bonus vale per l’acquisto di un solo strumento musicale.

Bonus strumenti, come ottenerlo: modalità di domanda

Cosa deve fare lo studente del Conservatorio per ottenere il bonus? Il beneficiario dovrà presentare al negoziante la certificazione che attesta di essere in regola con il pagamento delle tasse scolastiche. Accertata la regolarità il rivenditore, prima di consegnare lo strumento dovrà dare comunicazione all’Agenzia per via telematica (Entratel o Fisconline), del proprio codice fiscale, di quello dello studente e dell’istituto che ha rilasciato il certificato di iscrizione, nonché lo strumento scelto, il prezzo e l’ammontare del contributo riconosciuto. L’Agenzia dovrà infatti verificare l’ammissibilità al beneficio nel limite delle risorse disponibili (15 milioni di euro, che, a conti fatti al massimo dello sconto vuol dire bonus per 15 mila ragazzi). L’assegnazione avviene in ordine cronologico quindi se si è sicuri di voler comprare uno strumento musicale è meglio affrettarsi.

Leggi anche: i fondi per il bonus 18enni arriveranno entro il 2016?

Argomenti: , ,