Bonus servizi digitali editoria online, ultimo giorno per la presentazione delle domande

Le domande per il Bonus servizi digitali editoria online devono essere presentante entro oggi, 20 novembre, esclusivamente per via telematica al Dipartimento per l’informazione e l’editoria.

di , pubblicato il
Le domande per il Bonus servizi digitali editoria online devono essere presentante entro oggi, 20 novembre, esclusivamente per via telematica al Dipartimento per l’informazione e l’editoria.

Oggi, 20 novembre, è l’ultimo giorno utile per richiedere il cosiddetto Bonus per i servizi digitali e l’editoria online. Un credito d’imposta riservato alle imprese editrici di quotidiani e di periodici online, iscritte al registro degli operatori di comunicazione, che occupano almeno un dipendente a tempo indeterminato.

Bonus servizi digitali editoria

Si tratta del beneficio previsto dall’art. 190 del decreto Rilancio, in favore di imprese editrici di quotidiani e periodici per spese destinate all’acquisizione di servizi digitali.

In sostanza, per l’anno 2020, alle imprese editrici di quotidiani e di periodici iscritte al registro degli operatori di comunicazione, che occupano almeno un dipendente a tempo indeterminato, è riconosciuto un credito d’imposta pari al 30 per cento della spesa effettiva sostenuta nell’anno 2019 per l’acquisizione dei servizi di server, hosting e manutenzione evolutiva per le testate edite in formato digitale, e per information technology di gestione della connettività.

Ad ogni modo, il credito d’imposta è riconosciuto entro il limite di 8 milioni di euro per l’anno 2020, che costituisce tetto di spesa.

Presentazione delle domande

Le domande devono essere presentante entro oggi 20 novembre, esclusivamente per via telematica al Dipartimento per l’informazione e l’editoria, attraverso la procedura riservata del portale “impresainungiorno.gov.it”, accessibile tramite autenticazione con Spid o Cns, cliccando sul link “Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per l’informazione e l’editoria”, “Credito imposta servizi digitali” del menù “Servizi on line”.

Alla domanda deve essere allegata la dichiarazione sostitutiva che attesta i requisiti e le spese certificate con visto di conformità, e le informazioni relative agli aiuti ricevuti nei due esercizi finanziari precedenti a quello in corso.

Elenco dei beneficiari

Entro il 31 dicembre 2020 sarà pubblicato sul sito del Dipartimento l’elenco dei beneficiari, con l’importo a ognuno spettante.

La somma può essere utilizzata esclusivamente in compensazione tramite il modello F24 presentato attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, a partire dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dell’elenco degli ammessi al credito.

Articoli correlati

Bonus ricerca e sviluppo: proroga al 31 dicembre 2022

Proroga bonus vacanze: l’Agenzia delle Entrate aggiorna la guida

Argomenti: ,