Bonus Sanificazione del 60% delle spese sostenute, Istruzioni e nuovo Modello

La comunicazione del Bonus Sanificazione deve essere presentata all’Agenzia delle entrate, in via telematica, utilizzando l’apposito “modello”, direttamente dal beneficiario o tramite un intermediario abilitato.

di , pubblicato il
La comunicazione del Bonus Sanificazione deve essere presentata all’Agenzia delle entrate, in via telematica, utilizzando l’apposito “modello”, direttamente dal beneficiario o tramite un intermediario abilitato.

L’Agenzia delle Entrate ha rilasciato il modello e le relative istruzioni di compilazione per richiedere il cosiddetto bonus sanificazione.

L’articolo 125 del decreto rilancio riconosce un credito d’imposta in misura pari al 60 per cento delle spese sostenute nel 2020 per la sanificazione degli ambienti di lavoro, fino ad un massimo di 60 mila euro per ciascun beneficiario.

Il credito sanificazione è utilizzabile nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa ovvero in compensazione tramite modello F24.

 

Presupposti del Bonus Sanificazione

Il credito sanificazione spetta in relazione alle spese sostenute per:

  • la sanificazione degli ambienti nei quali è esercitata l’attività lavorativa e istituzionale;
  • l’acquisto di dispositivi di protezione individuale: mascherine, guanti, visiere e occhiali protettivi, tute di protezione, calzari ecc.;
  • l’acquisto di prodotti detergenti e disinfettanti;
  • l’acquisto di dispositivi di sicurezza diversi da quelli di cui alla lettera b), quali termometri, termoscanner, tappeti e vaschette decontaminanti e igienizzanti, che siano conformi ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla normativa europea, comprese le eventuali spese di installazione;
  • l’acquisto di dispostivi atti a garantire la distanza di sicurezza interpersonale, quali barriere e pannelli protettivi, ivi incluse le eventuali spese di installazione.

 

Modalità e termini di presentazione

La comunicazione deve essere presentata all’Agenzia delle entrate, in via telematica, utilizzando l’apposito modello, direttamente dal beneficiario o tramite un intermediario abilitato, mediante:

  • i canali telematici dell’Agenzia delle entrate, nel rispetto dei requisiti definiti dalle specifiche tecniche;
  • servizio web, disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate.

La comunicazione può essere presentata a partire dal giorno 20 luglio 2020 e non oltre il giorno 7 settembre 2020.

 

Istruzioni per la compilazione del Modello

Il contribuente deve compilare tutti gli appositi riquadri del Modello, ossia:

  • “Spese sostenute nel 2020 fino al mese precedente la data di sottoscrizione della comunicazione”, dove si deve indicare l’ammontare delle spese sostenute dal 1° gennaio 2020 fino al termine del mese precedente la data di sottoscrizione della comunicazione;
  • “Spese da sostenere dal mese della sottoscrizione della comunicazione e fino al 31 dicembre 2020”, qui bisogna indicare l’ammontare delle spese che si prevede di sostenere dal mese della sottoscrizione della comunicazione e fino al 31 dicembre 2020;
  • “Totale spese”, ossia la somma degli importi indicati nei due campi precedenti;
  • “Credito d’imposta”, in questo campo deve essere indicato il 60 per cento dell’importo indicato nel campo “Totale spese”.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Argomenti: ,