Bonus Renzi e straordinari: chi li fa deve restituire gli 80 euro?

Il caso dell’Electrolux di Treviso mette in guardia i lavoratori che fanno gli straordinari: si rischiano batoste per il rimborso del bonus Renzi in busta paga

di , pubblicato il
Il caso dell’Electrolux di Treviso mette in guardia i lavoratori che fanno gli straordinari: si rischiano batoste per il rimborso del bonus Renzi in busta paga

Attenzione a fare troppi straordinari: se lo stipendio sale oltre la soglia massima per avere diritto al bonus Renzi si rischia di dover rimborsare la detrazione Irpef. Una batosta che ha colto di sorpresa il 70% degli operai impiegati presso lo stabilimento a di Susegana i quali si sono rivolti alle Rsu di Treviso per presentare denuncia.

Bonus Renzi in busta paga: quanto spetta ed entro quali limiti

Dai sindacati spiegano che gli straordinari hanno fatto superare a più della metà degli operai la soglia di 24 mila euro lordi al di sotto della quale è riconosciuto il bonus Renzi. Ricordiamo infatti che, secondo la normativa, spetta l’intero bonus di 80 euro per stipendi entro i 1500 euro lordi mensili. Tra i 1500 e i 2000 invece il bonus Renzi viene riconosciuto parzialmente. Ebbene, superata questa soglia nel 2015, il 70% dei dipendenti coinvolto si è visto richiedere la restituzione del bonus Renzi.   Guida alla tassazione degli straordinari: tutto quello che c’è da sapere

Rimborso bonus Renzi: rinunciare alla detrazione o agli straordinari?

E se il caso Electrolux ha fatto notizia essendo di portata generale (già in estate c’erano stati rumors sul numero di straordinari eccessivo richiesto ai lavoratori), non mancano casi singoli di lavoratori in queste condizioni. Come tutelarsi? Le alternative prevedono la richiesta di esonero dal bonus Renzi (eventualmente per poi recuperare gli 80 euro in seguito con la dichiarazioni dei redditi, qualora spettanti) oppure il conteggio capillare di straordinari per evitare di sforare. Leggi anche: Bonus Renzi: tutte le discriminazioni

Argomenti: ,