Bonus pubblicità 2021, attenzione cambiano le date di prenotazione: da quando si potrà chiedere e scadenza

È stato posticipato il periodo per l’invio della comunicazione per l’accesso al bonus pubblicità 2021. Ecco la nuova data.

di , pubblicato il
Bonus pubblicità 2021, nuova finestra per fare domanda dal 1° al 30 settembre

Il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria ha appena reso noto che sono state aggiornate le istruzioni per la presentazione della domanda per il bonus pubblicità 2021.

La novità più importante riguarda lo spostamento di un mese della finestra entro la quale sarà possibile effettuare la prenotazione del bonus. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus pubblicità, cos’è?

Il bonus pubblicità, sostanzialmente, consiste in un credito d’imposta per gli investimenti effettuati sui giornali quotidiani e periodici, anche on line, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali e nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato.

L’articolo 57-bis, comma 1-quater del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50 (c.d. decreto “Sostegni-bis”), per quest’anno e per il 2022, ha apportato una importante novità: il bonus è concesso nella misura unica del 50 per cento del valore degli investimenti effettuati.

Restano fermi i limiti dei regolamenti dell’Unione europea in materia di aiuti “de minimis”.

Per gli anni 2021 e 2022, pertanto, viene meno il presupposto dell’incremento minimo dell’1 per cento dell’investimento pubblicitario, rispetto all’investimento dell’anno precedente, quale requisito per accedere all’agevolazione.

Come farne domanda

Il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria, con una nota pubblicata sul proprio sito, ha da poco comunicato che, a causa dei recenti interventi di aggiornamento della piattaforma telematica, è stato posticipato il periodo per l’invio della comunicazione per l’accesso al bonus pubblicità 2021.

La finestra temporale per l’invio di tale comunicazione “è spostata nel periodo dal 1° al 31 ottobre 2021 (anziché dal 1° al 30 settembre 2021)”.

Resta invariata la modalità per la presentazione del modello di comunicazione telematica, che deve essere inviato esclusivamente tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, attraverso l’apposita procedura disponibile nella sezione dell’area riservata “Servizi per” alla voce “Comunicare”, accessibile con:

  • Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID);
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • Carta d’Identità Elettronica (CIE);
  • credenziali Entratel e Fisconline.

Articoli correlati

Argomenti: ,