È possibile essere ripescati dalla graduatoria del bonus psicologo se i beneficiari rinunciano?

Il numero di domanda bonus psicologo accolte è abbastanza bassi rispetto al totale delle richieste presentate. Gli esclusi potranno sperare nel ripescaggio?

di , pubblicato il
Bonus psicologo

Sono 41.657 le domande bonus psicologo accolte (ossia quelle beneficiarie secondo le graduatorie regionali formulate dall’INPS). Sono queste le richieste che si potranno soddisfare con i 25 milioni di euro stanziati allo scopo, a fronte di un numero di quelle presentate ben superiore (in totale 395.604).

In testa c’è la Lombardia con 6.991 domande accolte. A seguire il Lazio con 3.997 e la Campania con 3.863. Il numero di domande accolte più basso, invece, è quello della Valle d’Aosta con 88. La tabella completa è disponibile nell’apposito comunicato INPS.

L’istituto, ha comunicato la formulazione delle citate graduatorie con il Messaggio 4446 del 9 dicembre 2022. In tale messaggio fornisce anche le istruzioni su come verificare se la propria domanda rientra tra quelle ammesse al beneficio. Infatti, le stesse graduatorie, per questioni di privacy, non sono rese pubbliche (e, quindi, NON accessibili a tutti indiscriminatamente).

Come visualizzare la domanda bonus psicologo

In sintesi, per chi ha fatto richiesta del bonus, se vuole sapere di essere tra i beneficiari è sufficiente che dal sito dell’INPS inserisca nel motore di ricerca “Contributo sessioni di psicoterapia”.

La ricerca restituirà il punto di accesso al servizio, poi bisogna autenticarsi con le proprie credenziali SPID, CIE o CNS.

Da qui, si potrà visualizzare l’esito della domanda e, in caso di esito positivo, l’importo assegnato e il codice univoco (da fornire allo specialista alla prenotazione della seduta di psicoterapia). Si potrà anche annullare una seduta di psicoterapia già prenotata con il bonus psicologo.

Le graduatorie in base all’ISEE

Le graduatorie non sono state stilate in ordine cronologico ma in base al valore ISEE del nucleo familiare (l’importo del bonus dipende da quest’ultimo).

Quindi prima gli ISEE più bassi e poi via via a crescere. A parità di ISEE è data precedenza a chi ha presentato prima la domanda.

Queste le fasce ISEE previste e l’importo del contributo spettante:

  • per ISEE inferiore a 15.000 euro l’importo del bonus psicologo, fino a 50 euro per ogni seduta, è erogato a concorrenza dell’importo massimo stabilito in 600 euro per ogni beneficiario
  • con ISEE compreso tra i 15.000 e i 30.000 euro, l’importo del beneficio, fino a 50 euro per ogni seduta, è erogato a concorrenza dell’importo massimo stabilito in 400 euro per ogni beneficiario.
  • nell’ipotesi di ISEE superiore a 30.000 e non superiore a 50.000 euro, l’importo del beneficio, fino a 50 euro per ogni seduta, è erogato a concorrenza dell’importo massimo di 200 euro per ogni beneficiario.

Il ripescaggio del bonus psicologo per gli esclusi

Ad ogni modo anche per chi non è riuscito a rientrare tra i beneficiari (quelli per i quali la domanda risulta non accolta perché finite le risorse), non è perduta l’ultima speranza.

Infatti, è previsto che per loro il bonus psicologo potrà essere assegnato nel caso in cui ci siano nuove risorse disponibili. E questo potrà verificarsi in tre casi, ossia laddove il governo stanzi nuovi fondi oppure nel caso in cui qualche beneficiario rinunci al bonus o non lo spenda nei tempi previsti.

Proprio con riferimento ai tempi entro cui utilizzare il bonus psicologo, ciò deve essere fatto entro 180 giorni dalla pubblicazione del Messaggio INPS 446, quindi, entro 180 giorni dal 9 dicembre 2022.

Argomenti: , ,