Bonus precari in arrivo: il merito “vale” sempre meno?

Bonus precari per gli insegnanti più meritevoli: è una bella notizia?

di , pubblicato il
Bonus precari per gli insegnanti più meritevoli: è una bella notizia?

Bonus merito esteso anche ai precari. Queste le ultime novità che trapelano dal settore scuola. Con questa misura si premiano gli insegnanti che si distinguono nel raggiungimento degli obiettivi rispetto ai colleghi. Finora il bonus ai precari della scuola è stato precluso ma le cose potrebbero cambiare. Il che non sarebbe una cattiva notizia in senso assoluto, se non fosse che già c’erano polemiche sulla disponibilità del bonus considerata insufficiente. Questo perché gli oltre 700 milioni di euro  stanziati originariamente, in due anni sono diventati un quarto.

Nell’estate del 2020, sarà accreditata la nuova somma e i fondi a disposizione saranno ulteriormente ridotti. E così, se all’inizio il premio oscillava tra i 500 e i mille euro, la somma è scesa sotto i 300. E in futuro le somme assegnate saranno sempre più basse seguendo questo trend.

La novità dell’estensione ai docenti precari, si trova nel decreto scuola in approvazione dal CdM: nelle ultime righe, appena prima della relazione illustrativa, viene scritto che al comma 128 dell’articolo 1 della Legge 107/2015, dopo le parole “di ruolo” sono inserite le seguenti: “nonché con contratti a tempo determinato annuale o fino al termine delle attività didattiche”. Si stima che, in questo modo, il bonus merito sarà esteso ad altri 200 mila docenti potenzialmente.

Il trend appare essere quello di dare al bonus merito insegnanti un valore sempre più onorifico e sempre meno economico. A meno che il Governo non decida di aumentare le risorse finanziarie per la copertura del premio.

Leggi anche:

Come potrebbe cambiare la busta paga docenti nel 2020

Argomenti: , ,