Bonus per chi porta un amico a vaccinarsi: ecco quanto guadagna chi convince un no vax e dove è stata lanciata l’idea

Un bonus vaccino per chi riesce a convincere un amico, un parente o un conoscente a vaccinarsi

di , pubblicato il
Bonus per chi porta un amico a vaccinari: ecco quanto si guadagna e dove

Porta un amico a vaccinarsi e riceverai il bonus vaccino. Sembra uno slogan da operatore telefonico ed invece è l’annuncio lanciato da un Paese molto vicino al nostro.

La campagna vaccinale in Italia prosegue. C’è chi ha completato il ciclo delle due dosi, chi è già in attesa, a breve, di ricevere la terza dose e chi l’ha già ricevuta (si tratta dei soggetti fragili). Ci sono poi i ritardatari (ovvero coloro che solo oggi si sono convinti a ricevere il vaccino anti Covid-19) e poi ci sono loro i NO-VAX, ossia chi si dichiara contro e che ha deciso di non sottoporsi alla vaccinazione.

Cos’è il bonus vaccino e dove esiste

Alcuni Paesi, al fine di indurre la popolazione a vaccinarsi hanno deciso di ricorrere all’erogazione di incentivi. Tra questi rientra la Svizzera.

È, infatti, di recente istituzione, nel paese elvetico, di un bonus vaccino. Si tratta di un premio di 50 franchi svizzeri (l’equivalente di 46 euro) per chi porta una amico a vaccinarsi. Dunque, un contributo non diretto per chi si vaccina, ma un incentivo per chi riesce a convincere un conoscente, un parente, un amico a sottoporsi alla vaccinazione contro il Covis-19.

La Svizzera, ricordiamo, rientra ancora tra i Paese con un basso tasso di popolazione vaccinata (lo è solo il 57% della popolazione). I costi che l’esecutivo sostiene oggi per un ricovero Covid-19 è di circa 50.000 franchi. A questi si aggiungono poi quelli per i tamponi (parliamo di 50 milioni di franchi per settimana).

Il bonus vaccino, dunque, vorrebbe rappresentare uno strumento finalizzato alla riduzione delle citate voci di spesa sul bilancio del Paese.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,