Bonus mobilità 2022, pronte le regole per fruire del credito d’imposta

Le regole e il modello di comunicazione del bonus mobilità sono state appena rese note dall’Agenzia delle entrate.

di , pubblicato il
Bonus Mobilità

A partire dal prossimo 13 aprile e fino al 13 maggio, sarà possibile presentare l’istanza per il cosiddetto bonus mobilità. Si tratta di un incentivo da 750 euro per l’acquisto di biciclette, monopattini e molto altro ancora.
A darne notizia è stata l’Agenzia delle entrate, la quale, con un provvedimento del 28 gennaio 2022, ha approvato le regole e il relativo modello di comunicazione. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus bicicletta 2021 e 2022, cos’è e a chi spetta?

Il bonus mobilità in argomento, sostanzialmente, consiste in un credito d’imposta fino a 750 euro, da utilizzare entro il 2022.
In realtà, non si tratta di un vero e proprio nuovo bonus. il contributo, infatti, spetta soltanto a coloro che, dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020, hanno acquistato un veicolo (anche usato) con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 110 g/km, monopattini elettrici, biciclette (anche elettriche), abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità in condivisione o sostenibile e che, contestualmente all’acquisto, abbiano rottamato un veicolo di categoria M1.
Ad ogni modo, l’importo effettivo del contributo sarà reso noto soltanto al termine della presentazione delle istanze, i quanto non si potrà eccedere il tetto di spesa di 5 milioni di euro.

Come farne richiesta

Le regole e il modello di comunicazione per poter richiedere l’accredito del bonus mobilità sono state rese note dall’Agenzia delle entrate, con un provvedimento del 28 gennaio 2022.
L’istanza dovrà essere trasmessa tramite la piattaforma della stessa Agenzia, a partire dal prossimo 13 aprile e fino al 13 maggio.
Il credito d’imposta potrà essere utilizzato nella dichiarazione dei redditi e fruito non oltre il periodo d’imposta 2022.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,