Bonus Mobili: i rimborsi per le spese si trasmettono?

Come comportarsi in caso di decesso del titolare del Bonus Mobili?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Come comportarsi in caso di decesso del titolare del Bonus Mobili?

La circola dell’Agenzia delle Entrate 17/E dello scorso 24 aprile, precisa che le rate residue del Bonus Mobili, che prevede una detrazione Irpef del 50% sull’acquisto di mobili per la casa ristrutturata, non possono essere trasmesse agli eredi.   Nel Bonus Mobili, infatti, non si possono applicare le stesse norme che regolano il bonus edilizio.   L’articolo 16 bis del TIUR, infatti, dispone che se per causa di morte la titolarità dell’immobile su cui sono stati effettuati interventi per il recupero edilizio viene trasferita. Anche la detrazione non fruita del tutto dal defunto è trasferita agli eredi, ma solo agli eredi che mantengono la detenzione di detto immobile.   L’articolo 16 del dl 63 del 2013, al comma 2, prevede che i contribuenti che fruiscono della detrazione per gli interventi di recupero edilizio, possano fruire anche di una detrazione del 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici fino ad un ammontare complessivo di 10mila euro per arredare l’immobile oggetto di ristrutturazione. Tale detrazione, ripartita in 10 quote annuali, è autonoma rispetto a quella per quella relativa alle spese sostenute per ristrutturazione per il recupero del patrimonio edilizio, ed ha norme che non prevedono il trasferimento della detrazione. In caso di decesso del contribuente, quindi, le rate non recuperate di tale detrazione non possano essere trasferite agli eredi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bonus Mobili

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.