Bonus mobili e vincolo alle spese, cronaca di un pasticciaccio all’italiana

Dalla legge di stabilità 2014 che ha introdotto il limite alle spese per il bonus mobili al decreto salva Roma bis che lo ha eliminato ma che non è stato convertito, fino al salva Roma Ter che lo "dimentica"

di , pubblicato il

Bonus mobili, la detrazione Irpef al 50% per l’acquisto agevolato di mobili e grandi elettrodomestici per arredare l’immobile oggetto di interventi di recupero edilizio, ha o no il limite delle spese? Tanta la confusione degli ultimi giorni e in merito facciamo un po’ di chiarezza.

 Bonus mobili: il caso del vincolo alle spese

Il bonus mobili è stato introdotto con il decreto del Fare che ha affiancato alla detrazione ristrutturazione, la detrazione Irpef 50% per chi effettua interventi di ristrutturazione edilizia, il bonus mobili, un’altra detrazione Irpef, sempre al 50 per cento per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe A e A+ con cui arredare la casa oggetto di interventi di ristrutturazione.

 Per maggiori dettagli sul bonus mobili si rinvia ai nostri speciali

Bonus mobili e arredi, ecco per quali interventi sulla casa è fruibile

Bonus mobili, pagamento anche con bancomat. Ecco la mini guida

 Nella formulazione originaria, si affermava che la spesa complessiva per mobili ed elettrodomestici non doveva superare i 10mila euro, quindi non c’era alcun vincolo reciproco tra l’importo dei lavori di ristrutturazione e il costo dei mobili, potendo così spendere 5mila euro per lavori di ristrutturazione e 10mila per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. 

 Bonus mobili nella legge di stabilità 2014

In seguito la legge di stabilità 2014, la legge n. 147 del 2014 ha prorogato fino al prossimo 31 dicembre 2014, il bonus mobili in questione, prevedendo anche che le spese per l’acquisto di arredi e grandi elettrodomestici non possono essere superiori a quelle sostenute per i lavori di ristrutturazione. Viene così introdotto il famoso vincolo alle spese per il bonus mobili. Si rinvia per i dettagli al nostro articolo Bonus mobili e arredamento, proroga per tutto il 2014

Bonus mobili nel decreto salva Roma bis e…

Successivamente il decreto salva Roma bis, il D.

L. 151 del 2013 ha eliminato il vincolo alle spese per il bonus arredi, ma non è stato convertito in legge in tempo utile con la conseguenza che il vincolo alle spese introdotto dalla legge di stabilità non è stato eliminato e come tale l’acquisto di mobili ed elettrodomestici destinati agli  immobili ristrutturati non possono essere superiori a quelli sostenuti per i lavori di ristrutturazione dell’immobile. Bonus mobili 2014, nessun tetto alle spese. Ecco perchè

 … salva Roma ter

Dopo una gran confusione delle ultime ore, il Governo cerca di rimediare alla mancata conversione in legge del decreto salva Roma bis, adottando il salva Roma ter, il decreto legge n. 16 del 6 marzo 2014 che non menziona il vincolo alle spese del bonus mobili.

[fumettoforumright]

 Bonus mobili: rinvio a Piano casa 2014

Cosa succederà adesso? Fonti parlamentari  rinviano al più presto la risoluzione del problema e quindi all’inserimento della norma che salva il bonus mobili  in uno dei prossimi interventi legislativi di natura fiscale, ossia al decreto legge sulla casa, il Piano casa 2014 del ministro Lupi ( per i contenuti si rinvia al nostro articolo Cedolare secca, alloggi sociali, detrazioni affitto: ecco il Piano casa 2014) che dovrebbe vedere la luce già entro questa settimana.

Argomenti: