Bonus mobili anche con il fotovoltaico

L’istallazione di impianti fotovoltaici rappresentano interventi di manutenzione straordinaria e permettono in bonus mobili

di , pubblicato il
L’istallazione di impianti fotovoltaici rappresentano interventi di manutenzione straordinaria e permettono in bonus mobili

Il bonus mobili può spettare anche per l’installazione dell’impianto fotovoltaico in quanto qualificabile come intervento di manutenzione straordinaria.

Il presupposto per il bonus mobili

Il presupposto del bonus mobili è la realizzazione di lavori di recupero del patrimonio edilizio e, quindi, il beneficio del c.d. bonus ristrutturazioni.

L’installazione di impianti fotovoltaici si configurano come interventi finalizzati al risparmio energetico e non al recupero del patrimonio edilizio.

Tuttavia, in merito alla possibilità di godere del bonus mobili anche a fronte dell’installazione dell’impianto fotovoltaico possiamo richiamare il chiarimento dato dall’Agenzia delle Entrate nella Circolare n. 11/E del 2014.

Per il bonus mobili ci vuole la manutenzione straordinaria

In quest’ultimo documento di prassi richiamato, l’Amministrazione finanziaria ha specificato che

  • gli interventi edilizi che costituiscono il presupposto del bonus mobili includono quelli di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia riguardanti singole unità abitative,
  • gli interventi finalizzati al risparmio energetico di cui alla lettera h) del comma 1 dell’art. 16-bis del TUIR possono essere effettuati anche in assenza di opere edilizie propriamente dette.
  • gli interventi finalizzati al risparmio energetico, per consentire di accedere al bonus mobili, devono potersi configurare quanto meno come interventi di “manutenzione straordinaria“, ove effettuati su singole unità immobiliari residenziali.

L’installazione di impianto fotovoltaico è manutenzione straordinaria

Per gli interventi che utilizzano fonti rinnovabili di energia (come gli impianti fotovoltaici), l’art. 123, comma 1, del citato DPR n. 380 del 2001 stabilisce che

“Gli interventi di utilizzo delle fonti di energia di cui all’articolo 1 della legge 9 gennaio 1991, n. 10, in edifici ed impianti industriali non sono soggetti ad autorizzazione specifica e sono assimilati a tutti gli effetti alla manutenzione straordinaria”.

Pertanto, poiché gli interventi finalizzati al risparmio energetico, per consentire di accedere al bonus mobili, devono potersi configurare quanto meno come interventi di “manutenzione straordinaria” e poiché l’installazione di impianti fotovoltaici è per legge “assimilata ad intervento di manutenzione straordinaria”, ne consegue che anche quest’ultima tipologia di lavori permette di godere dell’ulteriore detrazione rappresentata dal bonus mobili.

Potrebbero anch einteressarti:

Argomenti: ,