Bonus mobili 2016: i benefici in più per le coppie under 35

Quali benefici maggiori spettano con il bonus Mobili 2016 alle giovani coppie che acquistano una casa come abitazione principale?

di , pubblicato il

Il bonus mobili 2016, così come stabilito dalla Legge di Stabilità 2016, per le giovani coppie in cui almeno uno dei due mebri ha meno di 35 anni è potenziato.   Per lo coppie sposate o conviventi more uxorio da almeno 3 anni in cui almeno uno dei componenti non abbia superato i 35 anni, il bonus mobili legato all’acquisto della prima casa è decisamente più generoso, permettendo una detrazione Irpef del 50% sulle spese sostenute per l’acquisto di mobili con un tetto di spesa massimo di 16mila euro. Per dimostrare la convivenza more uxorio sarà necessario produrre un certificato di stato di famiglia che attesta la residenza comune.   Quali sono, nello specifico, i benefici di cui godranno le giovani coppie rispetto alla versione base del bonus mobili?  

Destinatari bonus mobili 2016

La versione base del bonus è destinata a tutti i contribuenti che effettuano acquisti di mobili per la casa in cui sono stati effettuati interventi di ristrutturazione edilizia a partire dal 26 giugno 2012.

I destinatari del bonus mobili giovani coppie, invece, sono coniugi o conviventi more uxorio (da almeno 3 anni) che abbiano acquistato un immobile da destinare quale abitazione principale ed almeno uno dei due componenti non deve aver superato i 35 anni.  

Requisiti bonus mobili 2016

Nella versione base i requisiti richiesti sono le spese documentate sostenute per l’acquisto di mobili per arredate l’immobile oggetto di ristrutturazione. Per le giovani coppie, invece, sono richieste, come requisito, le spese sostenute e documentate nell’anno 2016, per l’acquisto di mobili per arredare l’immobile acquistato come prima casa.  

Spese agevolabili bonus mobili 2016

Nella versione base le spese oggetto dell’agevolazioni sono quelle sostenute per l’acquisto di mobili, grandi elettrodomestici e le apparecchiature per cui è prevista l’etichetta energetica che servono per arredare l’immobile ristrutturato. Per le giovani coppie, invece, sono agevolabili esclusivamente i mobili acquistati per l’arredamento dell’immobile acquistato.  

Bonus mobili 2016: cosa prevede

Nella versione base il Bonus mobili prevede una detrazione del 50% sulle spese sostenute per un tetto massimo di 10mila euro da ripartire in 10 quote annuali.

Per le giovani coppie, invece, anche se la detrazione è sempre del 50%, il tetto massimo si spesa è attestato in 16mila euro da ripartire in 10 quote annuali.  

Bonus mobili: quando effettuare gli acquisti

Per le versione base sono agevolabili tutti gli acquisti effettuati tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2016. Per le giovani coppie, invece, soltanto gli acquisti effettuati tra il 1 gennaio 2016 e il 31 dicembre 2016.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: