Bonus mamma 800 euro 2017: che fine ha fatto? L'Inps risponde

Ci siamo finti una donna incinta e abbiamo chiesto all'Inps info sul bonus mamma domani 2017: da quando sarà possibile fare domanda e quando arriveranno gli 800 euro?

Alessandra De Angelis

bonus-mamma-domani

Anche marzo sta per finire e degli 800 euro del bonus mamma domani, che sarebbero dovuti essere disponibili dal primo gennaio 2017, ancora nessuna traccia aldilà di parole e promesse. Sono state da subito molte le donne incinta a fine 2016 o anche quelle che semplicemente stavano pensando all’idea di allargare la famiglia, ad accogliere con interesse la notizia del bonus mamma domani: 800 euro una tantum, e indipendentemente dall’Isee a differenza del bonus bebé, da riconoscere alle neo mamme al momento del parto (o comunque non prima del settimo mese di gravidanza) per contribuire alle “prime spese” legate al lieto evento (visite pre parto, corredo, culla etc), come spiegava soddisfatto il ministro per la Famiglia, Enrico Costa al momento della presentazione del bonus mamma domani. Ma il domani per molte mamme è arrivato, e anche il dopodomani, e il bonus non si vede ancora. A che punto siamo? Proviamo a chiamare il call center Inps per avere qualche risposta e le dichiarazioni, non prive di imbarazzo, di alcuni operatori sono tutt’altro che incoraggianti per chi sperava di ottenere gli 800 euro alla nascita.

Bonus mamma domani: l’Inps ammette la beffa?

Alla prima telefonata risponde un operatore Inps che, senza giri di parole, consiglia alla nostra finta futura mamma interessata al bonus “faccia come se il bonus non ci fosse”. Altri invece, più fiduciosi, consigliano almeno di portarsi avanti con la domanda perché, quando i fondi arriveranno, ci sarà sicuramente un boom di richieste. Anche dopo i decreti attuativi quindi bisognerà attendere: “ci vorranno sessanta giorni, minimo, perché le prime vengano approvate”.

Non va meglio sul sito dell’Inps: si trovano informazioni sui requisiti del bonus mamma domani ma nessun accenno a come fare domanda (leggi anche: bonus mamma domani, si può fare già domanda?). E molte donne cominciano a temere di non vedere mai questi 800 euro promessi. Dall’Inps invece spiegano che almeno che tre mesi di tempi tecnici per poter rendere operativa la piattaforma online erano previsti fin dal principio e confermano che il lancio è “imminente”, ma senza sbilanciarsi su una data precisa. Sarebbe stato utile, onde evitare problemi tecnici legati alle eccessive istanze in seguito, accettare, in questo periodo ponte, le domande cartacee da digitalizzare in seguito ma così non è stato. Alle donne incinta e prossime al parto non resta che monitorare con costanza il sito dell’Inps. In ogni caso l’Inps ha anche rassicurato le donne che hanno già partorito in questi primi tre mesi del 2017 che il bonus mamma domani sarà retroattivo: non appena i 600 milioni di euro per il 2017 (che dovrebbero bastare a garantire il bonus di 800 euro a 750 mila famiglie) il bonus sarà riconosciuto anche a chi ne aveva i requisiti secondo i tempi.

Commenta la notizia




GUIDA: Bonus Bebè

SULLO STESSO TEMA

Send this to friend