Bonus libri anno scolastico 2020/2021: quanto spetta in base alla regione o città di residenza

Riapertura delle scuole significa anche acquisto di libri e materiale didattico: chi può usufruire dei bonus e per quale importo

di , pubblicato il
Riapertura delle scuole significa anche acquisto di libri e materiale didattico: chi può usufruire dei bonus e per quale importo

La notizia della riapertura delle scuole arriva anche con la necessità di fare i conti per la spesa di libri e materiale scolastico. Da nord a sud ci sono bonus libri messi a disposizione da città e regioni per le famiglie con reddito basso e, in alcuni casi, la possibilità di acquisto si ampia includendo anche pc e dispositivi per l’apprendimento. Non è una novità di questo anno scolastico ma vale la pena parlarne perché vengono aggiornati importi e modalità di erogazione. Per il 2020/2021 la copertura stanziata dal MI è di 236 milioni di euro, distribuiti tra scuole e istituti che ne faranno domanda (100 mila per le scuole secondarie di primo grado e 120 mila per quelle di secondo grado). Passiamo ora in rassegna i bandi regionali e comunali per l’assegnazione dei bonus libri 2020/2021, da nord a sud.

Bonus libri 2020/2021: quanto spetta e come fare domanda

Il bando veneto si chiama “buono libri e contenuti didattici alternativi”, già dal nome si intuisce l’apertura ad acquisti per dispositivi tecnologici quali tablet, pc e lettori di ebook (fino ad un importo massimo di 200 euro). Vengono individuate due fasce di reddito: la prima fino a 10.632,94, la seconda fino a 18 mila euro. Le domande potranno essere inoltrate nel mese di ottobre 2020.

In Lombardia il tetto di reddito per accedere alle agevolazioni della cd Dote Scuola era di 15.748,78 euro. L’importo massimo spettante era di 200 euro. Il bando è scaduto a fine luglio.

In Emilia Romagna le domande possono essere inoltrate entro il 30 ottobre ma solo se i figli hanno un’età compresa nei 24 anni (o siano disabili) e il reddito del nucleo familiare non superi i 15.748,78 euro.

La priorità nell’erogazione sarà data ai nuclei di fascia I (redditi entro 10.632,94 euro).

A Roma il Comune ha previsto per le famiglie con ISEE non superiore a 15,493,71 euro, la possibilità di ottenere libri e testi scolastici a prezzi scontati (o in alcuni casi anche gratuiti). Il bando scade il 21 dicembre prossimo. La corrispondenza dei dati sarà verificata dal Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici, che provvederà in caso in cui tutto sia conforme a rilasciare il voucher da spendere nelle librerie convenzionate.

A Napoli c’è tempo fino al 20 settembre per fare domanda per il bonus libri che prevede uno sconto sull’acquisto da 110 a 280 euro. I beneficiari sono i nuclei residenti e con ISEE non superiore a 13.300 euro (le erogazioni però andranno prima a favore delle famiglie che non arrivano a 10.633 euro perché si teme che i fondi non bastino per tutte le domande).

Argomenti: ,