Bonus librerie, online l’elenco dei beneficiari e il credito spendibile

Il bonus librerie consiste in un credito d’imposta destinato agli esercenti che operano nella vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati.

di , pubblicato il
Il bonus librerie consiste in un credito d’imposta destinato agli esercenti che operano nella vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati.

Con il decreto 7 dicembre 2021, la direzione generale Biblioteche del Mic ha reso noto l’elenco degli esercenti che potranno usufruire del cosiddetto bonus librerie, accompagnato dal credito spendibile da ciascuno di essi. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus librerie, cos’è e a chi spetta

Il bonus librerie è stato previsto dalla legge di bilancio 2018 e consiste, sostanzialmente, in un credito d’imposta destinato agli esercenti che operano nella vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati con codice ATECO principale 47.61 o 47.79.1.

Il credito d’imposta è parametrizzato con riferimento al singolo punto vendita e riferito alle seguenti voci:

  • imposta municipale unica – IMU;
  • tributo per i servizi indivisibili – TASI;
  • tassa sui rifiuti – TARI;
  • imposta sulla pubblicità;
  • tassa per l’occupazione di suolo pubblico;
  • spese per locazione, al netto IVA;
  • spese per mutuo;
  • contributi previdenziali e assistenziali per il personale dipendente.

Le voci sono da riferirsi agli importi dovuti nell’anno precedente la richiesta di credito di imposta. Inoltre, per ciascuna delle voci è stabilito un massimale di costo, ai fini della parametrizzazione del credito di imposta teorico spettante.

Online l’elenco dei beneficiari e il credito spendibile

Come già detto in apertura, la direzione generale Biblioteche del Mic ha reso noto l’elenco degli esercenti che potranno usufruire del bonus librerie e il credito spendibile da ciascuno di essi.

Il credito d’imposta può essere utilizzato esclusivamente in compensazione tramite F24, attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate, dal 10 del mese successivo alla pubblicazione del suddetto decreto. Infine, il codice tributo da utilizzare è il seguente:

  • “6894” denominato “TAX CREDIT LIBRERIE – credito d’imposta a favore degli esercenti di attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati – art.
    1, comma 319, della legge 27 dicembre 2017, n. 205”.

 

Articoli correlati

 

Argomenti: ,