Bonus internazionalizzazione: verso la proroga 2016 dei voucher da 10 mila euro

Il bonus internazionalizzazione è un successo: boom di domande per i voucher. Si pensa alla proroga per il 2016

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Il bonus internazionalizzazione è un successo: boom di domande per i voucher. Si pensa alla proroga per il 2016

Aprirsi all’estero: grazie al bonus internazionalizzazione 2015 molte aziende lo hanno fatto assumendo un export manager. Il finanziamento a fondo perduto dell’assunzione temporanea di questi specialisti è stato un successo: a due ore dal click day, il 22 settembre scorso, erano già pervenute 3600 domande online. I fondi iniziali però, 10 milioni di euro, possono soddisfarne solo mille. Bonus internazionalizzazione: come fare domanda Il Ministero ha per questo deciso di aggiungere ulteriori 5 milioni (includendo tra i beneficiari altre 500 aziende) e si valuta la possibilità di proroga del programma anche per il 2016, anche con fondi potenziati. Questa l’intenzione svelata dal vice ministro Carlo Calenda.

Bonus internazionalizzazione: i fondi disponibili per il 2016

In che modo il Temporary Export Manager (TEM) è in grado di aiutare una PMI? Questa figura specializzata ha il compito di “studiare, progettare e gestire i processi e i programmi sui mercati esteri”, come si legge nel bando consultabile sul sito del Ministero. Proprio nell’ottica di queste funzioni, il bonus internazionalizzazione è riservato a PMI (micro piccole e medie imprese), costituite in forma di società di capitali o cooperative a loro Reti di imprese che rispettino i parametri previsti dalla Raccomandazione n. 2003/361/CE della Commissione del 6 maggio 2003 (quindi limite massimo di 250 dipendenti effettivi, 50 milioni di euro di fatturato o 43 milioni di euro di bilancio totale). A fornire i contatti dei Temporary Export Manager (TEM) sono società inserite in un apposito elenco consultabile sul sito del Ministero. Ad oggi le domande sul sito delle Mise sono state più di 5800 ma risorse aggiuntive permetteranno di confermare e potenziare il programma anche l’anno prossimo. Stando ai dati di Confartigianato, il 2015 è l’anno delle PMI: piccole e medie imprese che vogliono stare al passo con i tempi quindi non possono precludersi questa possibilità di crescita. Investire per inserire nell’organico Export Manager è una scelta vincente per espandere i confini della propria attività </strong

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Aziende e Società, Finanziamenti Imprese, Lavoro e Contratti