Bonus Gas: chi ne ha diritto e come si richiede

Tutto quello che c'è da sapere sul bonus gas: requisiti per fare domanda come presentarla e a quanto ammonta.

di , pubblicato il
Tutto quello che c'è da sapere sul bonus gas: requisiti per fare domanda come presentarla e a quanto ammonta.

Il bonus gas è uno sconto sulla bolletta introdotto dal Governo per cercare di dare un risparmio alle famiglie che si trovano in condizione di disagio economico e a quelle molto numerose.  

Requisiti per richiedere il bonus gas

Possono richiedere il bonus gas tutte quelle famiglie con un Isee non superiore al 7000 euro, le famiglie numerose che hanno più di 3 figli a carico e un Isee che non supera i 20000 euro.

Il bonus è riconosciuto ai clienti che hanno stipulato un contratto di fornitura gas individuale, quindi i clienti domestici diretti, sia a quelli che utilizzano gli impianti condominiali, che sono clienti domestici indiretti. Il bonus gas è riconosciuto soltanto per le forniture servite da gas naturale trasportato da reti di distribuzione e quindi non si può richiedere se si utilizzano gas GPL o gas in bombola.  

Bonus Gas: come si richiede

La domanda per la richiesta del bonus gas va presentata presso il Comune di residenza o presso Caf e Comunità montane, compilando gli appositi moduli. Per presentare la domanda occorrono i seguenti documenti: • documento di identità • eventuale allegato D di delega (se la domanda è presentata da un delegato e non dall’intestatario della fornitura) • modulo A compilato. Anche se si richiede un solo bonus è sufficiente compilare i riquadri relativi alla sola fornitura (elettrica o gas) per la quale si sta facendo la domanda di agevolazione • attestazione ISEE in corso di validità > vedi anche Il nuovo ISEE 2015 • allegato CF con i componenti del nucleo ISEE • l’allegato FN per il riconoscimento di famiglia numerosa, se l’ISEE è superiore a 7.500 euro (ma entro i 20.000); • autocertificazione dell’utilizzo del gas naturale Servono inoltre il codice PDR, un codice di 14 cifre che può essere reperito sia in bolletta che sul contratto di fornitura e rappresenta il punto il cui il gas viene fornito al cliente. Il bonus per il disagio economico ha un valore che varia in base al numero dei componenti della famiglia e alla zona climatica in cui si vive.

bonus gas Il bonus viene corrisposto in maniera diretta a clienti diretti e clienti indiretti. Per i primi il bonus sarà direttamente in bolletta con l’ammontare annuo suddiviso nelle diverse bollette. Per i clienti indiretti l’erogazione avviene tramite un bonifico domiciliato in una soluzione unica. In entrambi i casi il bonus è riconosciuto per 12 mesi trascorsi i quali bisognerà presentare una nuova domanda.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.