Bonus fiscali e detrazioni sanitarie, ecco come sono aumentate con la Precompilata

Più bonus fiscali e detrazioni per spese sanitarie: effetto della Precompilata?

di , pubblicato il
Più bonus fiscali e detrazioni per spese sanitarie: effetto della Precompilata?

La Precompilata fa aumentare il numero di detrazioni dei bonus fiscali. Nell’ultimo triennio 685 mila contribuenti in più hanno fatto ricorso  alla detrazione delle spese sanitarie, tra visite mediche e scontrini per un incremento dell’importo medio detratto del 4,1% nonostante il numero di dichiarazioni dei redditi presentate sia rimasto invariato, come hanno confermato i dati dell’Agenzia delle Entrate. Gli esperti contabili e commercialisti hanno sottolineato un potenziale collegamento con l’operazione-precompilata. Non è un caso che, proprio nel 2016, anno in cui nel 730 Precompilato sono state inserite anche le informazioni sulle spese sanitarie, si è registrato il maggiore incremento di beneficiari dei bonus fiscali registrati.

Peraltro la cifra indicata nella Precompilata rispetto alle detrazioni sanitarie è stata rettificata nove volte su dieci dai contribuenti perché mancavano alcune voci importanti e potenzialmente ingenti, come gli scontrini per i farmaci da banco e le ricevute degli ottici (entrambe introdotte nella Precompilata 2017).

Un effetto simile, sebbene in dimensioni ridotte, si vede anche per le spese funebri, altra novità della Precompilata dal 2016.

Stando ai numeri quindi sono molti i contribuenti che si sono accorti di avere diritto a questi bonus fiscali solo dopo averli visti nella Precompilata già inseriti

Argomenti: , ,