Bonus facciate. Torna tutto come prima. La DRE Campania corregge il tiro

L'Agenzia delle entrate, DRE regionale della Campania, torna sui suoi passi, si al bonus facciate anche con lavori tardivi

di , pubblicato il
Bonus facciata e bonus ristrutturazione per gli stessi lavori: quale conviene?

L’Agenzia delle entrate, DRE regionale della Campania, torna sui suoi passi. Dopo aver affermato che per il bonus facciate 2021 non basta pagare le spese entro fine anno ma è necessario anche terminare i lavori, con un nuovo interpello, il n° 914.-549/2021, in rettifica del n° 914-1430/2021, si riallinea ai chiarimenti forniti dall’Agenzia delle entrate nella recente circolare n° 16/E 2021. La confusione che oramai caratterizza i vari bonus edilizi è piuttosto allarmante. Soprattutto dopo l’entrata in vigore del D.L. 157/2021, c.d. decreto Antifrode. Decreto con il quale, il visto di conformità e l’asseverazione sulla congruità delle spese è stato esteso a tutti i bonus edilizi. In caso di opzione per lo sconto in fattura o per la cessione del credito pari alla detrazione spettante.

Bonus facciate e termine lavori. La confusione della DRE Campania

L’Agenzia delle entrate, Direzione Regionale della Campania, con l’interpello 914-1430/2021, in contrapposizione con quanto chiarito dalla Direzione Centrale con la circolare n° 16, ha affermato che il bonus facciate spetta solo per le spese effettivamente sostenute al 31 dicembre 2021, per la parte dei lavori terminati a tale data ed in relazione ai quali il tecnico ha rilasciato l’asseverazione sulla congruità delle spese.

Al contrario, la Direzione Centrale invece, ha sostenuto che ai fini del bonus facciate 2021, le spese devono  essere pagate entro fine anno. Tuttavia, i lavori possono terminare anche dopo.

Ad ogni modo, l’asseverazione della congruità delle spese deve riguardare lavori che devono essere perlomeno iniziati, non per forza terminati.

Dunque, i chiarimenti rilasciati dalla Direzione regionale della Campania erano in forte contrasto con le indicazioni operative espresse dalla Direzione centrale.

Con un nuovo interpello la DRE Campania torna sui suoi passi

L’interpello della DRE Campania aveva creato un certo allarmismo sia tra i contribuenti sia tra i tecnici tenuti ad asseverare la congruità delle spese.

Il fatto di non aver certezza sulle tempistiche da rispettare ai fini del bonus, creava sicuramente una certa difficolta sia nell’organizzare i lavori sia nella definizione di un eventuale accordo con l’impresa per le opzioni di sconto in fattura e cessione del credito.

Accortasi dell’errore grossolano commesso, la DRE Campania è tornata sui suoi passi.

Infatti,  con un nuovo interpello, il n° 914.-549/2021, in rettifica del n° 914-1430/2021, si riallinea ai chiarimenti forniti dall’Agenzia delle entrate nella recente circolare n° 16/E 2021.

Così la DRE Campania in rettifica al suo precedente intervento:

i condomini possono beneficiare del bonus facciate per i costi complessivamente sostenuti nel 2021, in relazione ad interventi di recupero della facciata, avviati ancorchè non terminati, laddove il pagamento da parte del medesimo condominio, ai soggetti esecutori dei lavori, della quota del 10% del corrispettivo che residua dopo l’applicazione dello sconto in fattura avvenga entro il 31-12-2021, indipendentemente dello stato di completamento dei lavori previsti”.

Attenzione, rispetto ai chiarimenti della Direzione Centrale, la DRE Campania aggiunge che i lavori devono comunque essere iniziati entro fine anno.

Questo è un chiarimento non di poco conto, che va oltre le indicazioni fornite dalla sede centrale dell’Agenzia delle entrate.

Staremo a vedere se su questo passaggio ci sarà un’ulteriore rettifica da parte della DRE Campania.

Argomenti: ,