“Bonus Edilizi” nuova offerta di Cdp per sostenere la riqualificazione

Arrivano i Bonus Edilizi a sostegno di interventi di riqualificazione ed efficienza energetica. I prestiti sono erogati da Cassa Depositi e Prestiti.

di , pubblicato il
Arrivano i Bonus Edilizi a sostegno di interventi di riqualificazione ed efficienza energetica. I prestiti sono erogati da Cassa Depositi e Prestiti.

Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) lancia “Bonus Edilizi”, un’offerta di tre nuove soluzioni con cui si conferma al fianco delle imprese italiane operanti nei settori strategici delle costruzioni e dell’energia.

Nonché degli enti pubblici per la realizzazione di interventi di riqualificazione ed efficientamento energetico del patrimonio residenziale pubblico.

Bonus Edilizi, la nuova offerta di Cdp

La nuova linea di prodotti “Bonus Edilizi” – informa un comunicato – permetterà di favorire il più ampio utilizzo delle opportunità offerte dalle recenti novità normative in ambito di ristrutturazioni edilizie e di efficientamento energetico. Rispondendo alle esigenze di risorse finanziarie per l’avvio degli interventi e per il recupero dei crediti fiscali in tempi più’ rapidi rispetto a quelli previsti dalla normativa. In particolare, l’offerta complessiva “Bonus Edilizi” si articola in tre nuovi prodotti:

  • cessione del credito di imposta,
  • anticipo di liquidità,
  • prestito edilizio.

Cessione credito d’imposta

Il credito d’imposta è dedicato a Imprese ed Enti Pubblici. Essa permette, beneficiando della capienza fiscale di CDP, di cedere i crediti di imposta maturati sugli interventi di ristrutturazione edilizia e di efficientamento energetico. E di recuperarli in tempi più rapidi rispetto ai termini previsti dalla normativa in materia.

Anticipo liquidità

Questa soluzione riguarda l’anticipo di liquidità. Con finanziamenti diretti dedicati alle imprese per rispondere alle esigenze finanziarie funzionali all’avvio degli interventi di ristrutturazione edilizia e di efficientamento energetico rientranti nelle agevolazioni fiscali previste dal “DL Rilancio”. Questa linea di credito è dimensionata in funzione dei contratti acquisiti e del merito creditizio dell’impresa.

Prestito edilizio

In terzo luogo c’è il prestito edilizio. Si tratta di un prestito garantito dall’ente territoriale di riferimento.

Assicura la copertura finanziaria degli investimenti eleggibili al cosiddetto “Superbonus”. Questa soluzione prevede la possibilità per i soggetti finanziati di cedere a CDP il credito d’imposta maturato sui suddetti investimenti. Ai fini dell’estinzione anticipata, parziale o totale, senza oneri, dello stesso. CDP inoltre, secondo modalità già avviate con altre Pubbliche Amministrazioni, può fornire agli enti che si occupano di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) servizi di consulenza tecnica e finanziaria nell’ambito del processo di programmazione e realizzazione degli investimenti.

Bonus edilizi: riqualificazione ed efficientamento energetico

Con la nuova offerta Bonus Edilizi, Cdp si conferma al fianco delle imprese italiane operanti nei settori strategici delle costruzioni e dell’energia. Così come degli enti pubblici che vogliono realizzare interventi di riqualificazione.

L’obiettivo è favorire il rilancio dell’Italia in ottica di sostenibilità energetica e ambientale – ha dichiarato Paolo Calcagnini, vice direttore generale e Chief business officer di Cdp -.

Un aiuto concreto che Cassa Depositi e Prestiti mette a disposizione per sostenere la ripartenza di comparti produttivi cruciali dal punto di vista economico e occupazionale, ma provati dall’emergenza Covid-19, e per accelerare lo sviluppo infrastrutturale dei territori.

Argomenti: ,