Bonus cuochi professionisti alberghi e ristoranti, c’è la proroga al 2022

Si attende ancora il provvedimento che fissi le regole attuative del bonus cuochi professionisti, ora prorogato al 2022

di , pubblicato il
Bonus cuochi professionisti alberghi e ristoranti, c’è la proroga al 2022

La legge di conversione del decreto Milleproroghe (decreto-legge n. 228 del 2021), incassa la fiducia della Camera. Ora tornerà in Senato per il via libera definitivo.

Tra le varie misure contenute, c’è la proroga del bonus cuochi professionisti Ricordiamo di cosa si tratta.

Il bonus cuochi professionisti: cos’è

La legge d bilancio 2021, aveva introdotto un bonus cuochi professionisti (lavoratori dipendenti o lavoratori con partita IVA) presso alberghi e ristoranti per l’acquisto di beni strumentali durevoli e per la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale strettamente funzionali all’esercizio dell’attività.

Il beneficio si sostanzia in un credito d’imposta fino al 40% (fino ad un massimo di 6.000 euro) delle spese sostenute tra il 1° gennaio 2021 e il 30 giugno 2021. Il decreto Milleproroge, ora lo estende fino al 31 dicembre 2022

Ad ogni modo manca ancora il provvedimento attuativo (era da adottarsi entro il 2 marzo 2021), che dovrebbe definire le procedure di concessione al fine del rispetto del limite di spesa, alla documentazione richiesta, alle condizioni di revoca e all’effettuazione dei controlli

Per quali spese

Ai fini dell’agevolazione, la spesa deve essere finalizzata all’’acquisto di macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, la lavorazione, la trasformazione e la cottura dei prodotti alimentari e di strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione, nonché per la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

Il bonus cuochi professionisti è utilizzabile in compensazione nel Modello F24. Inoltre, è escluso da IRPEF e IRAP e non concorre alla determinazione del rapporto di deducibilità dei costi.

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: , ,