Bonus Covid e indennità arretrati, arrivano i soldi: ecco quelli sbloccati dall’Inps

Bonus Covid e indennità arretrati, arrivano i soldi: ecco quelli sbloccati dall'Inps. Dal reddito di emergenza alla NASpI, e passando per il tanto atteso bonus stagionali. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

di , pubblicato il
Bonus Covid e indennità arretrati, arrivano i soldi: ecco quelli sbloccati dall'Inps

Per bonus Covid e indennità arretrati, arrivano i soldi: ecco quelli sbloccati dall’Inps, l’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale. Dal bonus Covid per i lavoratori stagionali al reddito di emergenza. E passando per l’indennità di disoccupazione NASpI. Ovverosia, la Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego.

Bonus Covid e indennità arretrati, arrivano i soldi: ecco quelli sbloccati dall’Inps

Nel dettaglio, partendo dai lavoratori stagionali, l’indennità è stata prorogata con il Decreto sostegni bis. Si tratta, nello specifico, di un’indennità una tantum da 1.600 euro per gli stagionali. Ma anche, tra gli altri, per i lavoratori dello spettacolo e per i lavoratori intermittenti e fragili.

Ma attenzione, perché anche se i soldi sono stati sbloccati dall’Inps il bonus Covid stagionali arriverà in automatico solo a chi ha già preso l’indennità con il Decreto sostegni. Per tutti gli altri, infatti, occorre presentare la domanda all’Inps entro il 30 settembre del 2021.

Pagamenti luglio 2021 reddito di emergenza e NASpI Inps, a che punto siamo?

Per quel che riguarda invece il reddito di emergenza, il prossimo pagamento della mensilità, ai legittimi beneficiari, è atteso nei prossimi giorni. E precisamente a partire dal 15 luglio del 2021. Inoltre, ricordiamo che, grazie al Decreto Sostegni Bis, il REM – reddito di emergenza, è prorogato per altre 4 mensilità. Con la scadenza per la presentazione delle domande fissata, salvo ulteriori proroghe, entro il 31 luglio del 2021.

Passando invece alla NASpI Inps giugno 2021, i pagamenti sono in corso. In quanto in genere l’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale fa partire i pagamenti intorno al giorno 8 del mese successivo. Ma la data di accredito, da cittadino a cittadino, potrebbe variare rispetto a quella sopra indicata.

Come si fa a conoscere l’importo preciso della NASpI?

Ricordiamo infine che, per chi percepisce la NASpI, è possibile conoscere in qualsiasi momento l’importo che sarà riconosciuto dall’Inps. Al riguardo infatti, tramite le proprie credenziali, basterà accedere al sito Internet dell’Istituto di previdenza. Ed entrare nella sezione web relativa alla ‘Domande per prestazioni a sostegno del reddito‘. Per autenticarsi sul sito Inps serve SPID, il PIN dispositivo o la CNS. Ma va bene pure la carta di identità elettronica.

Argomenti: