Bonus Covid 2020 è tassato? Ecco i chiarimenti sull’imponibilità fiscale

Ecco i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate in merito alla tassazione del Bonus Covid.

di , pubblicato il
Ecco i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate in merito alla tassazione del Bonus Covid.

Per i lavoratori stagionali, gli autonomi e le altre categorie di lavoratori particolarmente colpiti dall’emergenza pandemica è previsto il Bonus Covid 2020.

L’indennità di 1000 euro prevista nel Decreto Agosto è tassata? L’Agenzia delle Entrate ha fornito interessanti chiarimenti in merito all’imponibilità fiscale del Bonus Covid 2020.

In buona sostanza c’è da comprendere se l’indennità assistenziale straordinaria Covid-19 rientri o meno nell’ambito dei redditi di lavoro dipendente soggetti a Irpef. Scopriamo i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate.

Bonus Covid 2020: il dubbio posto dall’istante

L’indennità assistenziale straordinaria Covid-19 erogata in favore di tutti quei lavoratori particolarmente colpiti dalla crisi pandemica rientra nell’ambito dei redditi di lavoro dipendente soggetti a Irpef? Si tratta di uno dei quesiti più ricorrenti.

A fornire interessanti chiarimenti è l’Agenzia delle Entrate con la Risposta n. 395 del 23 settembre 2020, che fa il punto sul trattamento fiscale applicabile alla “indennità assistenziale straordinaria Covid-19” erogata dall’INPS.

Il soggetto istante è l’Ente associativo senza scopo di lucro e non commerciale, con personalità giuridica di diritto privato, che svolge le funzioni di previdenza e di assistenza.

L’Ente associativo ha deliberato l’adozione di una “indennità assistenziale straordinaria Covid-19”, che prevede il riconoscimento di un sussidio una tantum a tutti gli iscritti che, a causa del contagio da Covid-19, sono stati ricoverati in ospedale.

L’importo di tale indennità è differenziato a seconda della gravità dell’evento. In particolare, è pari a:

  • 000 euro per tutti gli iscritti che sono stati ricoverati in terapia intensiva,
  • 000 euro per tutti gli iscritti che sono stati ricoverati in ospedale, ma non in terapia intensiva,
  • euro per tutti gli iscritti liberi professionisti a cui siano stati prescritti da ASL, ATS o con Ordinanza, l’isolamento domiciliare obbligatorio o la quarantena.

Bonus Covid: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Secondo l’INPS che provvede ad erogare le somme non devono essere sottoposte a tassazione, in quanto si tratta di somme forfettarie assegnate una tantum.

Il Bonus Covid non ha finalità di sostituire o compensare un reddito perduto, bensì di fornire agli iscritti una forma di supporto economico a fronte dell’oggettiva condizione patologica derivante dal contagio.

In merito al trattamento fiscale delle erogazioni effettuate dagli enti o dalle casse previdenziali in favore dei propri iscritti, l’Agenzia delle Entrate sottolinea che devono essere determinati autonomamente in base ai principi generali che regolano l’imposizione sui redditi.

 

Argomenti: , ,