Bonus cinema: online le nuove liste di beneficiari e misure

Pubblicati quattro decreti direttoriali con gli elenchi di imprese e opere ammesse ai cosiddetti Bonus cinema.

di , pubblicato il
Pubblicati quattro decreti direttoriali con gli elenchi di imprese e opere ammesse ai cosiddetti Bonus cinema.

Sul sito del Mic – direzione generale Cinema e Audiovisivo – sono appena stati pubblicati quattro distinti decreti direttoriali, con gli elenchi di imprese e opere ammesse nell’ambito degli sconti fiscali previsti negli articoli da 15 a 20 della legge n. 220/2016 e regolati dal Dm del 15 marzo 2018. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus cinema, nuovi beneficiari e misure

Sul sito del Ministero della Cultura – direzione generale Cinema e Audiovisivo – in data 28 aprile sono stati pubblicati quattro decreti direttoriali con gli elenchi di imprese e opere ammesse ai cosiddetti Bonus cinema:

  • il primo decreto contiene una lista di imprese cinematografiche a cui spetta un diverso credito d’imposta per il potenziamento dell’offerta cinematografica (articolo 18) in relazione alla programmazione per gli anni 2019 e 2020;
  • nel secondo decreto sono elencate le imprese di produzione cinematografica e audiovisiva, di distribuzione e le imprese esterne alla filiera cinematografica, i cui crediti di imposta, già definiti in precedenza sono stati ricalcolati a seguito di ulteriori attività istruttorie;
  • con il terzo decreto, il Mic riconosce i crediti di imposta previsti agli articoli 15 e 19 a tre nuove imprese di produzione cinematografica;
  • con il quarto decreto, il Mic esamina le richieste preventive per la relazione realizzazione, ripristino e aumento degli schermi (articolo 17), a cui è seguito il riconoscimento alle imprese di esercizio cinematografico italiane di un credito di imposta teorico, lo stesso ministero fissa quello finale.

La direzione generale Cinema e Audiovisivo, infine, ha chiarito che il credito è utilizzabile a partire dal giorno 10 del mese successivo alla comunicazione di ammissione. La pubblicazione rappresenta comunicazione ufficiale di riconoscimento del credito d’imposta. Per tale motivo, gli interessati non riceveranno alcun ulteriore avviso tramite posta elettronica.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,