Bonus Cashback o Bonus Digitale, si ritorna a parlare del super accredito fino a 2000 euro direttamente sul conto corrente

Con il Bonus Digitale o Cashback verrà restituita una percentuale di tutti i pagamenti effettuati attraverso mezzi tracciabili fino ad un massimo di 2.000 euro.

di , pubblicato il
bonus cashback 300 euro

Il primo gennaio 2021 potrebbe (finalmente) partire il Bonus Digitale tramite cashback, il sistema premiale per chi effettua pagamenti elettronici.

La Misura, già prevista in Legge di Bilancio 2020, bloccata a causa dell’emergenza sanitaria del Coronavirus, permette di premiare i pagamenti che vengono effettuati con moneta elettronica, attraverso uno un accredito direttamente sull’estratto conto dei movimenti bancari legati ai pagamenti. A parlarne è stato proprio il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, in una recente intervista rilasciata ad Agorà su Rai 3. Come funzione il Bonus Digitale?

 

Bonus Digitale o Bonus Cashback, di cosa si tratta?

Il bonus digitale o bonus cashback è, sostanzialmente, una misura di lotta all’evasione, lo stesso Premier Conte, in tempi non sospetti, parlava di “bonus per tutti i cittadini italiani onesti”.

Il progetto, a causa dell’emergenza sanitaria del coronavirus, sembrava destinato a naufragare del tutto, ma, in questi giorni, è stato riportato alle cronache dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri.

Il bonus, per come è stato pensato, dovrebbe funzionare come un vero e proprio cash back, ossia, sostanzialmente, verrà restituita una percentuale di tutti i pagamenti effettuati attraverso mezzi tracciabili fino ad un massimo di 2.000 euro, direttamente sul conto corrente del contribuente.

Bisogna dire che il costo di una misura del genere, ad oggi, sembrerebbe decisamente proibitivo, si parla di circa 3 miliardi di euro.

Ad ogni modo, vi terremo aggiornati sugli sviluppi della vicenda.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Argomenti: , ,