Bonus casa: cosa cambierà nel 2016?

Cosa accadrà ai bonus per l'edilizia a partire dal prossimo 1 gennaio 2016 se non interverrà alcuna modifica in proposito?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Cosa accadrà ai bonus per l'edilizia a partire dal prossimo 1 gennaio 2016 se non interverrà alcuna modifica in proposito?

Il pacchetto di bonus edilizi comprende il Bonus ristrutturazione, il bonus mobili e l’ecobonus. Il 1 gennaio 2016, se non interverrà alcun cambiamento in proposito, le discipline che regolano tali bonus introdurranno dei sostanziali cambiamenti. Vediamo nel dettaglio cosa cambierà per tutti e 3 i bonus a partire dal 1 gennaio 2016.  

Bonus ristrutturazione

Per tutte le spese di ristrutturazione effettuate tra il 26 giugno 2012 e il 31 dicembre 2015, per una spesa massima di 96mila euro, è consentita una detrazione Irpef del 50%. Se non interverranno misure in proposito dal 1 gennaio 2016 il tetto massimo della spesa scenderà a 48ila euro e la detrazione Irpef concessa tornerà nella misura ordinaria del 36%.  

Ecobonus

Per le spese sostenute per lavori di efficientamento energetico è prevista una detrazione Irpef del 65%. Il tetto di spesa concesso varia in base al tipo di intervento effettuato, ad esempio per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale il tetto è fissato a 30mila euro. Dal 1 gennaio 2016 la detrazione tornerà nella misura ordinaria del 36% come per i lavori di ristrutturazione.  

Bonus Mobili

Sulla spesa effettuata per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, legata però alla ristrutturazione dell’immobile e destinati ad arredare l’immobile ristrutturato, è prevista una detrazione Irpef pari al 50% per un tetto di spesa massimo di 10mila euro. Il bonus scadrà il 31 dicembre 2015 se non sarà prorogato dal 1 gennaio 2016 non si potrà più usufruirne.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Detrazione 36