Bonus casa, 5 casi in cui le detrazioni non sono riconosciute: spiegazione dell’Agenzia delle Entrate

Bonus casa e detrazione per ristrutturazioni: nuova circolare dell'Agenzia delle Entrate fa chiarezza sugli errori da non commettere per non perdere il bonus.

di , pubblicato il
Bonus casa e detrazione per ristrutturazioni: nuova circolare dell'Agenzia delle Entrate fa chiarezza sugli errori da non commettere per non perdere il bonus.

Tra le detrazioni fiscali richiedibili, quelle sulla casa restano tra le più gettonate dai contribuenti. L’Agenzia delle Entrate a tal proposito ha raccolto una casistica mettendo in guardia sulle 5 circostanze che fanno perdere la detrazione casa. Ecco a cosa prestare attenzione. Le informazioni aggiornate fornite ci permettono di approfondire quali sono gli interventi agevolabili, chi può fruire della detrazione, come richiedere il bonus, in che modo effettuare il pagamento dei lavori e quali documenti conservare.

5 cose da non fare per non perdere la detrazione casa

Ecco gli errori più comuni nella documentazione e la domanda del bonus ristrutturazioni 2018.

1- perde il bonus casa chi non fa dichiarazione preventiva all’Asl competente;
2- bonifico tracciabile e parlante (ovvero contenente tutte le informazioni richieste su causale del versamento, codice fiscale del beneficiario della detrazione, partita Iva o codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico viene effettuato). Si faccia riferimento però anche alla possibilità di correzione di questo errore ex circolare n. 43/E del 18 novembre 2016 grazie alla dichiarazione sostitutiva di atto notorio in cui il beneficiario dell’accredito attesti di aver ricevuto le somme e di averle incluse nella propria contabilità d’impresa;
3- ricevuta bonifico intestata a persona diversa da quella che richiede la detrazione (leggi anche errori nel pagamento per il bonus mobili);
4- opere edilizie oggetto di ristrutturazione che non rispettano la normativa urbanistica e di edilizia comunale.
5- violazione delle norme di sicurezza salvo possibilità di esibire una dichiarazione della ditta esecutrice dei lavori (resa ai sensi del Dpr 445/2000) che certifichi l’osservanza delle suddette norme.

Per ulteriori informazioni sul bonus ristrutturazioni scrivi in redazione: [email protected]

Argomenti: ,