Bonus bebè ritardi 2018: quando saranno recuperati gli importi delle mensilità non pagate?

E' vera la voce per cui i ritardi nei pagamenti dei bonus bebè saranno recuperati entro fine giugno 2018? Aggiornamenti sulle tempistiche.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
E' vera la voce per cui i ritardi nei pagamenti dei bonus bebè saranno recuperati entro fine giugno 2018? Aggiornamenti sulle tempistiche.

Continuiamo a monitorare lo stato dei pagamenti del bonus bebè dando voce agli utenti che ci scrivono segnalando di non aver ricevuto il bonus bebè da aprile o maggio. A dire il vero qualcosa si è sbloccato: i primi accrediti, come anticipato, sono giunti in questi giorni. Senza ulteriori dettagli i beneficiari non sanno a quale mensilità si riferisca quella cifra visto che non copre tutti gli arretrati in sospeso? E’ il pagamento del bonus bebè di giugno (e quindi bisogna temere che i mesi passati siano andati persi?).

Arrivano i primi soldi del bonus bebè: a quale mensilità si riferiscono?

Rassicuriamo chi ci ha scritto con questo dubbio: riteniamo infatti che eventuali somme accreditate nelle ultime ore, qualora sussistano importi da pagare arretrati (ad esempio come in molti casi il bonus bebè del mese di maggio non corrisposto) si riferiscano a queste ultime. Verosimilmente l’allineamento con i pagamenti avverrà entro fine giugno: dopo aver controllato lo stato dei pagamenti alcuni utenti confermano infatti che il pagamento del bonus bebè di giugno è in calendario dal 15 del mese in poi. Nei giorni a seguire quindi dovrebbe essere regolarizzata la situazione. La pagina Facebook Inps Famiglia invita quindi a monitorare lo stato dei pagamenti e ad avere pazienza. Noi dal canto nostro continueremo a seguire le segnalazioni in modo da escludere che vi siano casi di genitori che non ricevano il bonus bebè.

Specifichiamo che non abbiamo gli strumenti e le autorizzazioni per entrare nelle singole pratiche di domanda bonus bebè e verificare lo stato dei pagamenti (cosa che invece gli utenti possono fare); tuttavia in alcuni casi ci è stato segnalato che non viene specificata alcuna data indicativa per i pagamenti quindi i genitori che confidano sull’accredito del bonus bebè mensilmente si sono comprensibilmente lasciati prendere dall’ansia. Speriamo dunque che questi aggiornamenti sulle notizie bonus bebè che giungono in redazione possa servire a tranquillizzare in parte gli animi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bonus e detrazioni, Bonus Bebè