Bonus Bebè, nuove regole e istruzioni nella circolare Inps: che cosa sapere e cosa cambia

Bonus bebè 2019: importo, scadenza e come fare domanda. Tutte le novità nella circolare Inps.

di , pubblicato il
Bonus bebè 2019: importo, scadenza e come fare domanda. Tutte le novità nella circolare Inps.

In seguito alla circolare Inps con le nuove istruzioni per il bonus bebè 2019, ci stanno arrivando diverse richieste di chiarimenti. Abbiamo quindi ritenuto opportuno approfondire le novità soffermandoci sui punti chiave.

Scadenza bonus bebè: nuove date

La novità maggiore riguarda le tempistiche: il termine di scadenza slitta al 13 giugno 2019.

Leggi anche:

Domanda Bonus Bebè 2019: per chi vale la scadenza del 13 giugno

Importo bonus bebè: chi ha diritto alla maggiorazione del 20%

Per quanto riguarda gli importi confermiamo che la Legge di Bilancio 2019 ha esteso anche ai bambini nati o adottati dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 l’erogazione del bonus, la cui durata viene però ridotta per tutti da tre anni a 12 mensilità. Inoltre è stata introdotta una maggiorazione del 20% dal secondo figlio in poi.

Leggi anche:

Importo rivisto per il bonus bebè: ecco per chi aumenta

Tutte queste disposizioni sono state riassunte nella circolare Inps numero 85 del 7 giugno 2019. Proprio per modificare il modulo di richiesta alla luce delle novità sopra descritte, l’invio delle domande per il bonus bebè era stata sospesa momentaneamente fino a poche settimane fa. Per questo motivo per tutte le famiglie che hanno avuto un bambino nei primi mesi del 2019, il termine per inviare la domanda è stato prorogato al 13 giugno 2019 (90 giorni a partire dal 15 marzo, termine considerato di decorrenza della domanda).

Nulla è cambiato invece per quanto attiene ai requisiti: hanno diritto al bonus bebè le famiglie con un reddito non superiore a 25 mila euro (ma non inferiore a 7 mila euro). Per chi è al di sotto della soglia di povertà di 7 mila euro, il sussidio raddoppia: 160 euro mensili. La richiesta può essere inoltrata solo per via telematica, una  volta per ciascun bambino. In caso di parto gemellare la somma erogata alle famiglie va moltiplicata per il numero dei bambini. L’erogazione dell’assegno presuppone anche la Dichiarazione Sostitutiva Unica contenente i dati del figlio per il quale si richiede il beneficio.

Come ottenere il bonus bebè 2019: guida passo passo

Di seguito quindi riepiloghiamo gli step da seguire per inoltrare la domanda utile all’ottenimento del bonus bebè:

–  accedere al portale dell’INPS;
–  entrare nella sezione ‘Servizi online’;
–  autentificarsi inserendo il codice PIN Dispositivo rilasciato dall’Istituto;
–  cliccare su ‘Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito’;
–  selezionare ‘Assegno di natalità’;
– cliccare su ‘Bonus bebè’ e  scaricare il modulo SR163 (si trova anche nella sezione ‘Tutti i moduli’).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.