Bonus bebè extracomunitari senza permesso di soggiorno: Inps condannato a pagare

Bonus bebè anche ai genitori extracomunitari senza permesso di soggiorno: in tribunale perde l'Inps. Atteso boom di richieste e ricorsi da parte degli stranieri

di , pubblicato il
Bonus bebè anche ai genitori extracomunitari senza permesso di soggiorno: in tribunale perde l'Inps. Atteso boom di richieste e ricorsi da parte degli stranieri

La lotta in tribunale sul riconoscimento del bonus bebè agli extracomunitari senza permesso di soggiorno (purché dotati di regolare permesso di lavoro) ha visto soccombere l’Inps. Ecco i retroscena e gli scenari futuri dopo la sentenza.

Requisiti cittadinanza per il bonus bebè: il permesso di soggiorno

L’Inps, con circolare del 10 marzo scorso, aveva ordinato alle sedi territoriali di respingere le domande per il bonus bebè pervenute da extracomunitari, assistiti da patronati, senza il cd permesso Ce per soggiornanti di lungo periodo, a prescindere dai requisiti di reddito (a meno che non si trattasse di persone con status di rifugiati politici o protezione sussidiaria).

Bonus bebè 2016: i requisiti di cittadinanza

Gli esperti di diritto avevano contestato questa posizione ravvisando contrarietà alle Direttiva europea 2011/98/UE che riconosce le suddette prestazioni a tutti gli stranieri con permesso di soggiorno valido per lavorare.

Bonus bebè extracomunitari senza permesso di soggiorno: Inps deve pagare

Il tribunale di Bergamo, che si è espresso sul primo di questi casi, ha però dato ragione alla richiedente, una signora albanese. L’Inps è stato condannato a pagare 1.920 euro all’anno fino al compimento del terzo compleanno della bambina, oltre alle giudiziarie sostenute pari a 2.000 euro.

Argomenti: ,