Bonus bebè 2015: requisiti, domanda, scadenza

Tutto quello che c'è da sapere sull'importo, requisiti e domanda del bonus bebè 2015 introdotto dal Governo Renzi

di , pubblicato il
Tutto quello che c'è da sapere sull'importo, requisiti e domanda del bonus bebè 2015 introdotto dal Governo Renzi

Cos’è il bonus bebè 2015, chi può chiederlo e quali sono i requisiti da avere per fare domanda? Ecco tutte le informazioni utili sul nuovo bonus per i nuovi nati introdotto dal Governo Renzi con la legge di Stabilità 2015.

 Bonus bebè 2015: di cosa si tratta e quanto dura

In sostanza è un assegno che viene riconosciuto ogni mese per ogni figlio nato o adottato dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2017. Come recita la Legge: “Al fine di incentivare la natalità e contribuire alle spese per il suo sostegno, per ogni figlio nato o adottato tra il 1º gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017 è riconosciuto un assegno di importo pari a 960 euro annui erogato mensilmente a decorrere dal mese di nascita o adozione”.  Il bonus  è corrisposto fino al compimento del terzo anno di età ovvero del terzo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito dell’adozione per i figli di cittadini italiani o di uno Stato membro dell’Unione europea o di cittadini di Stati extracomunitari con permesso di soggiorno residenti in Italia.

Bonus bebè 2015: requisiti Isee

Cittadini italiani e stranieri con regolare permesso di soggiorno sono i soggetti che possono chiedere il bonus, a condizione che il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente l’assegno sia in una condizione economica corrispondente a un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), non superi 25.000 euro annui. In caso di famiglie con condizioni reddituali basse, ossia in una condizione economica corrispondente a un valore dell’ISEE non superiore a 7.000 euro annui, l’importo dell’assegno è raddoppiato.

Importo bonus bebè 2015

Il bonus è di 80 euro mensili per ogni figlio nato o adottato, quindi 960 euro annuali, spettanti per tre anni consecutivi.

Per coloro che hanno un ISEE non superiore a 7.000 euro, l’assegno arriva a 160 euro mensili. Dal punto di vista fiscale, l’assegno non concorre alla formazione del reddito complessivo ai fini Irpef.

Domanda bonus bebè 2015

L’assegno è corrisposto, a domanda, dall’INPS, che provvede alle relative attività. Si attende quindi una circolare esplicativa dell’istituto Nazionale di Previdenza sociale per maggiori dettagli sul bonus.

Argomenti: ,