Bonus bebè 2015 per redditi fino a 25mila euro: ecco cosa cambia

Il bonus bebè 2015 sarà concesso alle famiglie con redditi fino a 25mila euro, tenendo conto dell'Isee. Ecco le ultime modifiche alla legge di stabilità 2015. Intanto scoppia la polemica per la social card agli immigrati

di , pubblicato il
Il bonus bebè 2015 sarà concesso alle famiglie con redditi fino a 25mila euro, tenendo conto dell'Isee. Ecco le ultime modifiche alla legge di stabilità 2015. Intanto scoppia la polemica per la social card agli immigrati

Il bonus bebè da 80 euro sarà concesso solo per i nuclei familiari che presenteranno un Isee non superiore ai 25 mila euro, abbassandosi così la soglia di reddito previste per avere il bonus da 80 euro al mese. Lo prevede un emendamento del relatore alla legge di stabilità 2015.

Bonus bebè 2015 per redditi fino a 25mila euro

La soglia di reddito precedente era di 90mila euro e non si prevedeva l’uso dell’Isee, ora invece l’assegno raddoppia per chi non supera un Isee di 7 mila euro annui, per i bambini nati o adottati nel 2015 fino al terzo anno di età. In tal modo viene ridotta la platea dei beneficiari, circa 100mila in meno, permettendo al governo di destinare una parte delle risorse al raddoppio del bonus per i nuclei più poveri.

Social card 2015 agli immigrati: si accende la polemica

Intanto è polemica per la social card agli immigrati. “Il governo ritiri l’emendamento sulla social card agli stranieri” e “valuti questa richiesta anche per meglio riformulare l’emendamento stesso. Non è chiaro se il governo voglia estendere la social card o destinare risorse per ottemperare a precedenti obblighi e sanare il contenzioso con le Poste”- così il capogruppo Ncd alla Camera Nunzia De Girolamo.   APPROFONDISCI Bonus bebè, rate Equitalia, IVA 4%: ultime modifiche alla legge di stabilità 2015 Legge stabilità 2015: local tax, bonus bebè, TFR. Ecco gli emendamenti “La social card estesa agli immigrati è una provocazione inaccettabile” – ha detto Maurizio Gasparri che afferma “Il clima di intolleranza e di esasperazione è tale che questa ipotesi getta benzina sul fuoco. È poi penoso il tentativo dell’Economia di spiegare un palese errore con commenti tecnici”. Fa eco a questi commenti negativi anche il Presidente della Commissione Bilancio di Montecitorio, Francesco Boccia, secondo cui “l’emendamento del governo relativo alla social card (anche per gli immigrati) è sbagliato”. Per Boccia la proposta è “tecnicamente fatta male” e chiede che “venga ritirata per essere riformulata”. “Se l’obiettivo è far recuperare a Poste risorse già anticipate – spiega – la strada non è quella indicata dall’emendamento del governo”. (Si rinvia a Social card 2015, carta acquisti anche per gli stranieri).

Argomenti: , ,