Bonus assunzione, dall’apprendistato alle botteghe di mestiere le misure per i giovani

Incentivi all'assunzione di giovani sono al centro del programma Amva che promuove contratti di apprendistato e stage presso le cosiddette botteghe di mestiere

di , pubblicato il
Incentivi  all'assunzione di giovani sono al centro del programma Amva che promuove contratti di apprendistato e stage presso le cosiddette botteghe di mestiere

Incentivi per le assunzioni di giovani, specie al Sud, con il programma Amva che prevede bonus per chi assume apprendisti, botteghe di mestiere e nuovi tirocini per favorire l’inserimento dei Neet, i giovani che né lavorano, né studiano.

 Incentivi assunzione giovani: il programma Amva

 Il programma Amva è al centro dei pensieri del Governo per le misure da adottare al fine di favorire l’occupazione giovanile. Il programma di Amva di Italia Lavoro, “Apprendistato e mestieri a vocazione artigianali”, prevede un bonus assunzione di apprendisti, l’attivazione di botteghe di mestiere e nuovi tirocini, specie nel Mezzogiorno.

 Bonus assunzione apprendisti

 Partendo dal contratto di apprendistato, si prevede un bonus assunzione di 5500 euro per ogni giovane, tra 15 e 29 anni, assunto con contratti di apprendistato. In particolare il bonus assunzione prevede 5.500 euro di contributo per ogni giovane, che abbia compiuto quindici anni e fino al venticinquesimo anno di età, assunto con contratto di apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale (in tutti i settori di attività) e 4.700 euro di contributo per ogni giovane di età compresa tra i diciassette e i ventinove anni, assunto con contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere (in tutti i settori di attività).

 Incentivi assunzione giovani: le botteghe di mestiere

[fumettoforumright]

 Altro punti importante nel programma Amva  sono le botteghe di mestiere, individuate sul territorio nei settori tradizionali del made in Italy. Finora ne sono state create 139, sia all’interno di grandi aziende del calibro di Zegna, Dolce&Gabbana o Caffarel, ma anche pool di piccole e medie imprese unite per avvicinare i giovani ad antichi mestieri, come il caso delle Marche dove è stata aperta una bottega per il recupero di strumenti musicali. Un bonus di 2500 euro al mese è assegnato ad ogni impresa per il tutoraggio svolto verso i giovani stagisti e ai ragazzi viene pagato un rimborso spese mensile di 500 euro per un massimo di sei mesi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: