Bonus ascensore: si può chiedere anche quando esiste già?

Dal 1° gennaio 2021 il Superbonus 110% è applicabile anche agli ascensori, come misura fondamentale per favorire l’abbattimento delle barriere architettoniche e migliorare l’accessibilità delle nostre abitazioni.

di , pubblicato il
Dal 1° gennaio 2021 il Superbonus 110% è applicabile anche agli ascensori, come misura fondamentale per favorire l’abbattimento delle barriere architettoniche e migliorare l’accessibilità delle nostre abitazioni.

Il Bonus 110% è un insieme di agevolazioni fiscali valido per interventi di riqualificazione energetica e sismica degli immobili ad uso residenziale.

Dal 1° gennaio 2021 il Superbonus 110% è applicabile anche agli ascensori, come misura fondamentale per favorire l’abbattimento delle barriere architettoniche e migliorare l’accessibilità delle nostre abitazioni.

Rispondiamo ad un quesito pervenuto in Redazione:

“Buongiorno nel mio condominio l’ascensore già c’è ma vorremmo prolungata la discesa fino ai garage nel nostro condominio l’ascensore arriva al piano terra e per uscita dal palazzo bisogna scendere due file di scale una interna e una esterna e capisce che avendo nel condominio persona con gravi handicap sarebbe una manna poter fare il prolungamento fino ai garage la mia domanda è questa. Si può usufruire del bonus 110?”.

Bonus 110%: come si applica all’ascensore?

Dal primo gennaio 2021 rientrano tra i lavori cosiddetti “trainati” anche gli interventi finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche e al miglioramento dell’accessibilità degli edifici.

Anche l’installazione di ascensori, montacarichi e piattaforme elevatrici rientra tra gli interventi trainati, ma è necessario che rispettino i requisiti previsti della legge in materia di accessibilità ai soggetti disabili.

Bonus Ascensore e Bonus 110: i requisiti tecnici

La normativa DM 236/89 elenca le caratteristiche tecniche che ascensori, montacarichi e piattaforme elevatrici devono possedere:

  • Spazio minimo anteriormente alla porta della cabina: 1,40 m x 1,40 m
  • Cabina: dimensioni minime 1,20 m profondità x 0,80 m larghezza
  • Porte di cabina e di piano: con apertura automatica
  • Luce netta minima porta: 0,75 m posta sul lato corto
  • Stazionamento cabina al piano: a porte chiuse
  • Arresto al piano: con auto-livellamento con tolleranza massima +/-2cm
  • Segnalazione sonora dell’arrivo al piano
  • Bottoniere interne ed esterne: posizionate ad altezza massima compresa tra 1,10 m e 1,40 m con numerazione in rilievo e in Braille
  • In cabina deve essere presente un sistema di comunicazione bidirezionale e una luce d’emergenza.

Bonus 110: la sostituzione di un ascensore esistente rientra o no?

Il bonus 110 si suddivide in due tipologie di interventi:

  • Ecobonus, che agevola i lavori di efficientamento energetico,
  • Sismabonus, che incentiva quelli di adeguamento antisismico.

Affinchè un ascensore possa rientrare tra gli interventi trainati, è necessario che rispettino i requisiti previsti della legge in materia di accessibilità ai disabili, ovvero il Decreto ministeriale 14 giugno 1989 n. 236.

Bonus 110 e ascensori: chi sono i beneficiari?

La lista dei potenziali beneficiari del bonus ascensori 110% è lunga. Al bonus ascensori possono accedere sia persone fisiche che condomini, così come le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, gli istituti autonomi di case popolari, le organizzazioni di utilità sociale, le associazioni o le società sportive dilettantistiche. Sono ammessi sia gli edifici ad uso residenziale monofamiliari che i condomini.

Argomenti: