Bonus 110%: incluse le app per i sistemi di controllo dei consumi da remoto ma non il cellulare

Se collegati agli interventi trainanti possono beneficiare dal bonus 110% anche i sistemi di controllo dei consumi da remoto. Ma non cellulari e tablet

di , pubblicato il
Se collegati agli interventi trainanti possono beneficiare dal bonus 110% anche i sistemi di controllo dei consumi da remoto. Ma non cellulari e tablet

Anche i sistemi che permettono di gestire da remoto gli impianti di riscaldamento o di climatizzazione estiva, possono beneficiare della detrazione 110% introdotta dal decreto Rilancio. Il riferimento è ai sistemi c.d di building automation.

 

Difatti, con il decreto requisiti del MEF sono stati individuati gli  interventi che rientrano nelle agevolazioni Eco bonus, Bonus facciate e Superbonus al 110%. Sono stati fissati, i costi massimali per singola tipologia di intervento, le procedure e le modalità di esecuzione dei controlli a campione da parte dell’Enea. Nel decreto sono stati citati anche i sistemi di building automation.

 

Ecco in chiaro quando spetta la detrazione al 110% per l’installazione di sistemi di building automation.

Le detrazioni al 110%: interventi trainanti e trainati

 

Il D.L. 34/2020, c.d decreto Rilancio, all’art.119,  ha previsto una detrazione maggiorata al 110% per i seguenti interventi:

  • interventi di isolamento termico sugli involucri degli edifici;
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti;
  • interventi antisismici.

 

Difatti, tali interventi sono definiti dall’Agenzia delle entrate quali “interventi trainanti”.

 

Inoltre, se collegati ad uno degli interventi appena citati, danno diritto alla detrazione del 110% anche:

  • gli interventi rientranti nell’eco bonus ordinario (art.14 D.L. 63/2013);
  • installazione di impianti solari fotovoltaici ( art.16-bis comma 1 DPR 917/86, TUIR);
  • colonnine di ricarica la ricarica per  veicoli elettrici.

 

Interventi c.d trainati.

110% anche per gli interventi ordinari

La detrazione al 110% si applica anche agli interventi di risparmio energetico ordinari, art.14 D.L. 63/2013.

 

Se collegati ai c.d interventi trainanti, rientranti nel risparmio energetico.

 

Si pensi ad esempio, all’acquisto e la posa in opera delle schermature solari o alla sostituzione delle finestre comprensive di infissi ecc. Stesse indicazioni per i sistemi di building automation.

 

Interventi che sconteranno il 110% mantenendo i propri limiti di spesa.

I sistemi di building automation

Come detto, rientra tra gli interventi ordinari potenzialmente detraibili al 110% anche l’installazione  e messa in opera di sistemi di Building Automation. Sistemi che consentono:

 

  • la gestione automatica personalizzata degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda sanitaria o di climatizzazione estiva,
  • compreso il loro controllo da remoto attraverso canali multimediali.

 

Difatti, tali interventi sono citati nel c.d decreto requisiti del MEF che ha definito gli  interventi che rientrano nelle agevolazioni Ecobonus, Bonus facciate e Superbonus al 110%. Lo stesso decreto ha fissato i costi massimali per singola tipologia di intervento nonchè le procedure, le modalità di esecuzione dei controlli a campione.

Le indicazioni dell’Enea

L’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) ha individuato i requisiti che i suddetti interventi devono rispettare ai fini della spettanza della detrazione fiscale.

 

In particolare, i suddetti sistemi di building automation devono essere idonei a:

 

  • mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici mediante la fornitura periodica dei dati.
  • mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti;
  • consentire l’accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.

La misurazione dei consumi può avvenire anche in maniera indiretta. Anche con la possibilità di utilizzare i dati atri sistemi di misurazione installati nell’impianto purché funzionanti.

I sistemi di building automation e le spese ammissibili

Rientrano tra le spese ammissibili:

 

  • la fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature nonché delle opere elettriche e murarie necessarie per l’installazione e la messa in funzione di sistemi di building automation degli impianti termici degli edifici,
  • le prestazioni professionali (produzione della documentazione tecnica necessaria, direzione dei lavori etc.).

 

Non è compreso tra le spese ammissibili l’acquisto di dispositivi che permettono di interagire da remoto con le predette apparecchiature.

Il riferimento è a dispositivi quali telefoni cellulari, tablet o PC.

La documentazione da conservare

Circa la documentazione di tipo amministrativo, è necessario conservare:

 

  • la delibera assembleare di approvazione di esecuzione dei lavori nel caso di interventisulle parti comuni condominiali;
  • le fatture relative alle spese sostenute e per gli interventi su parti comuni condominiali dichiarazione dell’amministratore del condominio che certifichi l’entità della somma corrisposta dal condomino;
  • le ricevute dei bonifici  “parlanti”,
  • la stampa della e-mail inviata dall’ENEA contenente il codice CPID che costituisce garanzia che la scheda descrittiva dell’intervento è stata trasmessa.

L’asseverazione del tecnico competente

Nel caso di sistemi di building automation installati nelle unità abitative:

 

  • congiuntamente o indipendentemente
  • dagli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale,

 

è necessaria l’asseverazione, o idonea documentazione prodotta dal fornitore degli apparecchi. L’asseverazione deve specificare che l’intervento rispetta i requisiti tecnici sopra esposti.

 

L’asseverazione per impianti di potenza utile inferiore a l00 kW può essere sostituita da una dichiarazione deli’installatore.

 

Argomenti: ,