Bonus affitti di novembre: le Associazioni sportive escluse. Motivazioni e richiesta di riesame

La richiesta di verifica dei requisiti necessari per ottenere il bonus affitti di novembre è stata fatta dall’Agenzia delle entrate.

di , pubblicato il
La richiesta di verifica dei requisiti necessari per ottenere il bonus affitti di novembre è stata fatta dall’Agenzia delle entrate.

Alcune associazioni sportive dilettantistiche, a seguito del riscontro con l’Agenzia delle Entrate, sono state escluse dal cosiddetto bonus affitti di novembre. Il motivo lo spiega lo stesso Dipartimento per lo Sport, con una recente nota pubblicata sul proprio sito. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus affitti di novembre, le cause dell’esclusione

La verifica dei requisiti necessari per ottenere il bonus affitti di novembre è stata richiesta proprio dall’Agenzia delle entrate, allo scopo di individuare, per il Codice fiscale della ASD/SSD, un contratto attivo alla data del 17 novembre 2020 (termine di chiusura del Bando), corrispondente al numero di registrazione fornito sempre nella domanda.

Dopo il controllo, alcune le ASD/SSD non sono state ammesse al beneficio per una delle seguenti casistiche:

  • non risultavano contratti attivi associati al codice fiscale della ASD/SSD alla data del 17 novembre 2020;
  • gli altri contratti attivi individuati tramite il riscontro, differivano totalmente da quanto dichiarato nella domanda per data di registrazione/scadenza, importo del canone, numero di registrazione del contratto.
  • infine, come da Bando, non hanno potuto beneficiare di questo contributo le ASD/SSD che nella domanda avevano dichiarato di avere ricevuto/richiesto i contributi relativi all’art. 1 del Dl. N. 137/2020.

Domanda di riesame

Il Dipartimento per lo sport, ad ogni modo, ha anche comunicato che sarà predisposta un’apposita piattaforma per la presentazione delle richieste di riesame di queste domande escluse.

La piattaforma sarà disponibile dal 4 gennaio 2021 fino al 20 gennaio 2021.

Potranno essere riammesse esclusivamente le domande le cui posizioni risultavano regolari alla data del 17 novembre 2020.

A tal fine, le ASD/SSD dovranno caricare esclusivamente la ricevuta rilasciata dal sito dell’Agenzia delle Entrate tramite il Cassetto fiscale.

Articoli correlati

Argomenti: ,