Bonus acquisto strumenti musicali, le nuove regole 2018

L'Agenzia delle Entrate comunica le nuove regole per usufruire del Bonus acquisto strumenti musicali per il 2018.

di , pubblicato il
L'Agenzia delle Entrate comunica le nuove regole per usufruire del Bonus acquisto strumenti musicali per il 2018.

Il 19 marzo l’Agenzia ha pubblicato il comunicato con le nuove disposizioni per il bonus per l’acquisto di strumenti musicali. L’Agenzia delle Entrate specifica che Bonus acquisto strumenti musicali è valido solo per l’iscrizione ad alcuni corsi musicali con iscrizione all’anno 2017/2018 o 2018/2019.

Il bonus consiste nel 65% del costo dello strumento, con un tetto massimo di 2.500 euro. Nel comunicato dell’Agenzia vengono elencati gli istituti musicali che sono riconosciuti validi per il bonus.

Bonus strumenti musicali: studenti che possono farne richiesta

La proroga per tutto il 2018 interessa gli studenti iscritti, come riporta il provvedimento: “licei musicali, corsi preaccademici, corsi del precedente ordinamento e corsi di diploma di I e di II livello dei conservatori di musica, degli istituti superiori di studi musicali e delle istituzioni di formazione musicale e coreutica autorizzate a rilasciare titoli di alta formazione artistica, musicale e coreutica”.

Bonus strumenti musicali del 65%

Il bonus solo consiste nel 65 per cento del costo dello strumento con un tetto massimo di euro 2.500. L’importo avrà forma di credito d’imposta e sarà rimborsato al commerciante come compensazione sulle imposte da pagare.

Coloro che hanno utilizzato il bonus negli anni 2016 e nel 2017, posso fruire del bonus nel 2018 al netto del contributo già utilizzato.

Credito d’imposta per i commercianti

Il bonus per gli strumenti musicali per gli studenti corrisponde in uno sconto per il commerciante si trasforma in un credito d’imposta, il tetto massimo di spesa non può superare 10 milioni di euro. Il venditore ha degli obblighi ben precisi, dovrà comunicare all’Agenzia delle Entrate, il suo codice fiscale, il codice fiscale dello studente e quello dell’istituto.

Il portale potrà accettare le comunicazioni a partire dal 26 marzo 2018, tramite l’accesso con Entratel o Fisconline. Per il credito sarà valida la ricevuta telematica rilasciata dall’Agenzia dopo aver effettuato la comunicazione.

Leggi anche: Bonus ristrutturazione edilizie, guida completa

Argomenti: , ,