Bonus acqua potabile: cos’è e chi ne ha diritto?

Arriva un nuovo credito d’imposta per i sistemi di filtraggio dell’acqua potabile, riconosciuto per spese sostenute nel 2021 e 2022

di , pubblicato il
Arriva un nuovo credito d’imposta per i sistemi di filtraggio dell’acqua potabile, riconosciuto per spese sostenute nel 2021 e 2022

Devi acquistare sistemi di filtraggio acqua potabile per la tua casa o per il tuo ufficio? Ecco per te un nuovo bonus introdotto alla legge di bilancio 2021.

Si tratta di un nuovo credito d’imposta, cui possono accedere, per le spese sostenute nel periodo 1° gennaio 2021 – 31 dicembre 2022:

  • le persone fisiche
  • i soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni
  • gli enti non commerciali, compresi gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti.

Bonus acqua potabile: importo, limiti e spese ammesse

Il beneficio è stabilito nella misura del 50% delle spese sostenute nel suddetto periodo, fino ad un ammontare complessivo non superiore:

  • per le persone fisiche esercenti attività economica, a 1.000 euro per ciascuna unità immobiliare o esercizio commerciale
  • e, per gli altri soggetti, a 5.000 euro per ciascun immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale.

Danno diritto al credito le spese relative all’acquisto ed all’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare E 290, finalizzati al miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano erogate da acquedotti.

Sarà, comunque, un apposito provvedimento dell’Agenzia delle Entrate a definire criteri e modalità di applicazione e fruizione dell’agevolazione in commento.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,