Il bonus 80 euro si moltiplica per chi ha figli: la proposta di Renzi

Bonus Renzi: 80 euro non bastano per chi ha figli? L'ex premier punta sugli sconti fiscali e sulla famiglia in vista delle prossime elezioni. Ma ci sono novità anche sul fronte lavoro e retribuzione minima.

di , pubblicato il
Bonus Renzi: 80 euro non bastano per chi ha figli? L'ex premier punta sugli sconti fiscali e sulla famiglia in vista delle prossime elezioni. Ma ci sono novità anche sul fronte lavoro e retribuzione minima.

Che il bonus 80 euro sia noto anche come bonus Renzi ci offre la misura di come questa misura sia fortemente legata all’ex premier. Non stupisce quindi che, anche in vista delle prossime elezioni, Renzi punti sulla strategia dei bonus fiscali per convincere gli elettori. Se il centrodestra sembra puntare sulla flat tax, il pilastro portante della campagna elettorale a sinistra è proprio il bonus 80 euro, che potrebbe cambiare formula e diventare “80 euro più altre 80 per ogni figlio”. Suona più o meno così infatti l’idea di revisione del bonus Renzi proposta dal leader Dem.

Nella domanda del bonus Renzi andrebbe inserito, qualora questa proposta diventasse concreta, il numero dei figli per ottenere uno sconto fiscale maggiore. Ha spiegato ai microfoni Mediaset: “quella dei figli è la questione fondamentale. Siamo scesi sotto i 500 mila nuovi nati in Italia”.

Questo comunque sarebbe solo il primo passo: l’idea sul fronte occupazione e reddito è fare in modo che ciascun lavoro abbia almeno un salario minimo. Una misura, osserva, che “c’è in quasi tutti i Paesi europei, in Italia non c’è. Se passa questa riforma, ogni lavoro piccolo e saltuario avrà una paga minima lorda di 9 euro l’ora. Oggi certi lavori vengono pagati 5-6 euro, è un piccolo passo in avanti”.

Leggi anche: Bonus 80 euro anche ai disoccupati se hanno figli

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.