Bonus 80 euro in busta paga 2016: cosa cambia?

Il bonus di 80 euro in busta paga potrebbe trasformarsi in una detrazione fiscale, ma questo cosa implica sul suo importo?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Il bonus di 80 euro in busta paga potrebbe trasformarsi in una detrazione fiscale, ma questo cosa implica sul suo importo?

L’intenzione del governo è quella di trasformare gli 80 euro in busta paga da bonus e detrazione. La conferma che il bonus 80 euro in busta paga è diventato strutturale ci viene dallo stesso Matteo Renzi che annuncia ai microfoni di RTL 102.5 che nella Legge di Stabilità 2016 sarà confermato “Rimangono anche l’anno prossimo, rimangono per sempre. Sono una misura acquisita”     Quello che è possibile, però, è che tale bonus subirà una trasformazione per ridurre la pressione fiscale.   La nuova Legge di Stabilità 2016, in discussione il 15 ottobre nel CdM, oltre alle tante novità già annunciate, potrebbe portare anche la trasformazione degli 80 euro in busta paga da bonus a detrazione per consentire allo Stato italiano di ridurre la pressione fiscale dal 43,1% al 42,6% nel 2016.   In questo modo il bonus di 80 euro, che al momento costa 10 miliardi di euro l’anno allo Stato, è considerato una prestazione sociale e non incide sulle percentuali della pressione fiscale, trasformandolo in detrazione fiscale lo Stato può dimostrare che utilizza questi soldi per ridurre la pressione fiscale dello 0,5%.   Trasformando il bonus in detrazione fiscale ci sarebbe, però, un piccolo cambiamento: esso non potrebbe più essere erogato uguale per tutti, ma dovrebbe essere basato sul principio di proporzionalità in base agli scaglioni di reddito. I tecnici assicurano che le differenze saranno minime e oscilleranno tra i 79 e gli 81 euro.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bonus Irpef