Bonus 600 euro per i professionisti e i lavoratori autonomi iscritti alle casse di previdenza private. Aggiornamento

Il ministro Catalfo ha firmato il Decreto che fissa le modalità di attribuzione del Fondo per il reddito di ultima istanza per chi ha subito danni all'attività dalla diffusione del Coronavirus. Vediamo meglio di cosa si tratta.

di , pubblicato il
Il ministro Catalfo ha firmato il Decreto che fissa le modalità di attribuzione del Fondo per il reddito di ultima istanza per chi ha subito danni all'attività dalla diffusione del Coronavirus. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Con il Decreto Cura Italia, il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 16 marzo 2020, fra le tante misure, è stato previsto anche un Bonus da 600 euro per commercianti, artigiani e gli altri lavoratori autonomi per i danni subiti dagli inevitabili riflessi economici dovuti all’emergenza Coronavirus.

Il Bonus 600 euro una tantum sarà riconosciuto, nello specifico, alle seguenti categorie di lavoratori:

  • Liberi professionisti e collaboratori coordinati e continuativi iscritti alla Gestione Separata INPS;
  • Lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri);
  • Lavoratori stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • Lavoratori agricoli;
  • Lavoratori dello spettacolo.

Per quanto riguarda, invece, i professionisti e i lavoratori autonomi iscritti alle casse di previdenza private? spetta loro il Bonus 600 euro? Di recente, il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, di concerto con il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, ha firmato il decreto interministeriale che fissa le modalità di attribuzione del Fondo per il reddito di ultima istanza per chi ha subito danni all’attività dalla diffusione del Coronavirus. Vediamo meglio di cosa si tratta

 

Bonus 600 euro per i professionisti

Il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, di concerto con il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, ha firmato, in questi giorni, il decreto interministeriale che fissa le modalità di attribuzione del Fondo per il reddito di ultima istanza per chi ha subito danni all’attività dalla diffusione del Coronavirus.

Anche per i professionisti e i lavoratori autonomi iscritti alle casse di previdenza private, si legge nel Decreto, ci sarà un indennizzo di 600 euro per il mese di marzo.

Il bonus andrà chiesto alla propria Cassa e sarà erogato a chi ha avuto redditi fino a 35.000 o, tra 35.000 e 50.000, abbia subito cali di attività di almeno il 33% nei primi 3 mesi 2020.

Spiega la Catalfo: “Si tratta di un primo intervento per fronteggiare immediatamente la situazione di emergenza, siamo già al lavoro sulle nuove misure per il decreto di aprile, dove l’obiettivo è di prevedere, per queste categorie di lavoratori, un indennizzo di importo superiore”.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Argomenti: ,