Bonus 600 euro, l’Inps ha ricevuto più di 4.700.000 di domande ricevute

Comunicato Inps, Bonus 600 euro e Cassa integrazione in Deroga.

di , pubblicato il
Attenzione al calcolo Inps delle pensioni: se il sistema online non funziona bene l'importo risulta più basso. Testimonianza

L’Inps, con un recente comunicato, ha reso noto che al 27 aprile 2020 più di 4,7 milioni di domande di bonus 600 euro.

Risultati sicuramente soddisfacenti, il bonus 600 euro, ricordiamolo, consiste in un’indennità di 600 euro esentasse e una tantum, per tutti i lavoratori autonomi in difficoltà economica a causa dell’emergenza sanitaria del Coronavirus.

Con stesso comunicato, l’Inps dichiara anche i numeri di un’altra importante misura di sostegno economico varata con il Decreto Cura Italia, la cassa integrazione in deroga. Vediamo meglio di cosa si tratta.

 

Bonus 600 euro

L’Inps, ha ricevuto 4.772.178 domande di Bonus 600 euro, di queste:

  • 3.668.968 sono state accolte;
  • 1,1 milioni circa non sono state accettate;
  • 225.000 presentavano un Iban errate;
  • Circa 300.000 sono state respinte per cumulo con pensione o Reddito di Cittadinanza;
  • 630.000 avevano “requisiti che non hanno superato i controlli e sono in stato di verifica\correzione per categoria sbagliata dall’utente”.

Al 3 maggio 2020 sono stati pagati 3.427.837 bonus.

 

Domande di Cassa Integrazione in Deroga

Per quanto riguarda, invece, le domande di Cassa integrazione in deroga, sono state autorizzate dalle regioni solamente 173.565 domande, la quale ne ha autorizzato 85.046, di queste soltanto 29.600 sono state pagate.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Argomenti: ,