Bonus 500 euro appena accreditato. Ecco a chi spetta e cosa si può acquistare

È stata appena riaperta l’applicazione carta del docente con l’accreditato del bonus 500 euro relativo all’anno scolastico 2021 – 2022.

di , pubblicato il
Bonus 500 euro, Computer Tablet Internet

È stata appena riaperta l’applicazione carta del docente con l’accreditato del bonus 500 euro relativamente all’anno scolastico 2021 – 2022, il bonus destinato agli insegnanti per l’aggiornamento professionale. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus 500 euro (Carta Docenti), cos’è e a chi spetta.

Il bonus 500 euro (carta docenti), sostanzialmente, consiste in un buono acquisto del valore di 500 euro a favore dei docenti di ruolo a tempo indeterminato delle Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e prova, i docenti in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati, i docenti nelle scuole all’estero, delle scuole militari.

Il bonus 500 euro può essere speso per l’acquisto, fra l’altro, di libri, riviste, ingressi nei musei, biglietti per eventi culturali, teatro e cinema o per iscriverti a corsi di laurea e master universitari, a corsi per attività di aggiornamento, svolti da enti qualificati o accreditati presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Il contributo permette ai docenti di usufruire delle somme accreditate fino a 2 anni scolastici successivi.

Incentivo 2021 – 2022 già accreditato

Come già detto in apertura, È stata appena riaperta l’applicazione carta del docente con l’accreditato del bonus 500 euro relativo all’anno scolastico 2021 – 2022.

Da ieri, nella prima pagina del sito cartadeldocente.istruzione.it da è possibile visualizzare il seguente messaggio:

“Ciascun insegnante in possesso di una utenza SPID (chi ne è a tutt’oggi ancora sprovvisto può richiederla qui: Come richiedere SPID) può accedere al bonus previsto per gli anni scolastici 2020/2021 e 2021/2022. Ciascun insegnante può consultare la composizione del proprio borsellino elettronico attraverso la specifica funzione di storico portafoglio”.

Segnaliamo, inoltre, che ai portafogli dei docenti saranno attribuiti anche i residui relativi all’anno scolastico 2020/2021.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,