Bonus 2400 euro, più tempo per presentare le nuove domande

Per le domande del bonus 2400 euro, il termine per la presentazione delle stesse è stato posticipato da fine aprile al 31 maggio.

di , pubblicato il
Bonus 2400 euro

Il decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41 (cosiddetto Decreto Sostegni) ha previsto ulteriori misure di sostegno attraverso apposite indennità una tantum, stiamo parlando dei cosiddetti bonus covid, in particolare del cosiddetto bonus 2400 euro.

Per ottenere il bonus 2400 euro, i soggetti già beneficiari delle precedenti indennità covid, non devono presentare una nuova domanda. L’indennità, infatti, sarà erogata ai beneficiari con le modalità indicate dagli stessi per il pagamento delle indennità già erogate in precedenza.

Ad ogni modo, il bonus 2.400 euro sarà erogato anche agli aventi diritto che non siano stati già beneficiari delle precedenti indennità.

Con un comunicato stampa del 19 aprile 2021, l’INPS ha fornito alcuni chiarimenti proprio in merito a quest’ultimi soggetti, vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus 2400 euro, a chi spetta?

L’articolo 10, comma 1, del decreto Sostegni ha previsto l’erogazione di una indennità una tantum di importo pari a 2.400 euro a favore delle seguenti tipologie di lavoratori:

  • i lavoratori stagionali e i lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • i lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • i lavoratori intermittenti;
  • i lavoratori autonomi occasionali;
  • i lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
  • i lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • i lavoratori dello spettacolo.

Modalità di erogazione del bonus

L’INPS, con un comunicato stampa del 19 aprile 2021, ha reso che è in corso di pubblicazione la circolare Inps n. 65/2021 con i dettagli e le modalità operative per l’assegnazione del cosiddetto “bonus 2400 euro” a supporto delle categorie lavorative sopra citate, colpite dall’emergenza epidemiologica da Covid.

L’Inps spiega che “la procedura per l’acquisizione delle domande da parte di nuovi beneficiari, così come individuati dal DL Sostegni, sarà attiva entro questa settimana sul portale Inps al termine delle necessarie fasi di adeguamento amministrativo e di sviluppo informatico”.

Al fine di consentire ai nuovi aventi diritto un sufficiente periodo di tempo per le domande, il termine per la presentazione delle stesse è stato posticipato da fine aprile al 31 maggio.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,