Bonus 18enni: stranieri esclusi?

Il bonus cultura spetterà ai 18enni del 2016 ma non a tutti: polemiche per l'esclusione degli extracomunitari

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Il bonus cultura spetterà ai 18enni del 2016 ma non a tutti: polemiche per l'esclusione degli extracomunitari

Sta facendo discutere la normativa sul bonus 18enni e, in particolare, l’applicazione soggettiva che, stando alla lettera, escluderebbe gli stranieri extracomunitari. Di fronte alle accuse di legge razziale, Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera, ha dovuto ammettere l’autogol. Quali stranieri sono esclusi dal bonus cultura e quali ne hanno diritto? Stando alla lettera sono inclusi solamente i giovani provenienti da un paese dell’Unione Europea. Agli extracomunitari che compiono 18 anni non spetteranno i 500 euro del bonus cultura messi a disposizione per i 18enni per spese relative ad attività culturali. bonus cultura: guida per i 18enni  

Bonus 18enni: ombre e polemiche sull’incentivo alla cultura

In un primo momento l’opposizione aveva accusato il governo di offrire una “mancia elettorale”. Ora a far emergere questa iniquità nell’applicazione è stato Andrea Maestri, deputato iscritto al gruppo Alternativa Libera-Possibile. E’ discriminazione razziale? Maestri ha fatto l’ esempio diuna classe in cui ci sono 17 ragazzi italiani, 3 rumeni e due senegalesi, tutti uguali dinanzi alla Costituzione, alle leggi e al professore. Ma due di loro, i senegalesi, in quanto non cittadini dell’Ue non avranno accesso alla card di 500 euro prevista dal governo. Gli italiani e i rumeni avranno la possibilità di andare al cinema gratis, mentre loro dovranno pagare di tasca propria”. Polemico anche monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, che ha criticato il segnale sul piano culturale e dell’integrazione.

Bonus 18enni: ricorsi per gli esclusi

Boccia ammette l’errore spiegando che è mancato il coraggio di prendere posizione contro l’opposizione anche a vantaggio dei “ragazzi stranieri residenti in Italia anche se nati altrove”. Tuttavia precisa anche che, per questioni di tempo, sarà difficile intervenire in senso correttivo in questa legge di Stabilità. Per il 2016 quindi resterà questa restrizione. Ma l’onorevole Maestri non cede e promette battaglia legale se la modifica non dovesse essere introdotta in modo da aggiungere anche gli extracomunitari regolarmente residenti in Italia: “promuoveremo un’azione collettiva antidiscriminatoria per tutte le ragazze e i ragazzi esclusi in base alla loro origine e nazionalità e, se sarà necessario, solleveremo la questione dell’incostituzionalità della norma”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bonus e detrazioni, Bonus 18enni